Cassazione

anni vari

Militari e sanzioni: validità del termine per l'avvio del procedimento disciplinare

Valutazione attuale:  / 1

Nota di commento alla sentenza del Consiglio di Stato n. 3562/2016

Un Maresciallo viene sottoposto a procedimento penale per i reati di corruzione e contraffazione marchi e, portato a termine il giudizio di primo grado, condannato dal Tribunale alla pena di giustizia. Successivamente, all'esito del giudizio d'appello, la Corte dichiara

Leggi tutto...

Militari: trasferimento d'autorità e casi in cui non è dimostrata l'incompatibilità ambientale

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Tar Lazio sez. 1 bis n. 11156 del 10 novembre 2016

Il tema del trasferimento per incompatibilità ambientale è delicato e complesso allo stesso tempo. Capita in più di qualche occasione che l'Amministrazione sbagli nel procedere ed i suoi provvedimenti vengano annullati. Vediamo come e perché. L'Istituto Si tratta di un istituto

Leggi tutto...

Militari e procedimento disciplinare: condanna alle spese dell'amministrazione che rimane inerte

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Tar Bologna n. 101 del 26 gennaio 2016

Nel ricorso proposto dal militare per contestare il decreto di perdita del grado per rimozione, l'Amministrazione rischia la condanna alle spese quando in causa rimane inerte, pur essendo a conoscenza di circostanze idonee ad indurla all'autotutela. E' quello che accade nel

Leggi tutto...

Forze armate, esigenze abitative e alloggi militari

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Tar Lazio n. 19/2016


Uno degli interessi dell'amministrazione militare è quello di mantenere in prossimità della sede di servizio il dipendente che svolga determinati incarichi, spingendo al massimo la soddisfazione delle esigenze abitative deimilitari interessati.
E' lo scopo dell'art. 333 6° co. d P.R. 90/2010.
Andiamo al pratico

Leggi tutto...

Omessa custodia di armi: i giudici in appello respingono la tesi del ministero

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Consiglio di Stato n. 6188/2014

In tema di divieto di detenzione armi e munizioni, in primo grado l'interessato non riesce a far valere le sue doglianze, ma in appello davanti il Consiglio di Stato ha la meglio. Vediamo come. Cosa dice il Consiglio di Stato La chiave per risolvere il caso è l'assenza di una

Leggi tutto...

Militari e personale pubblico: assegnazione temporanea ex art. 42-bis

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Tar Toscana n. 569/2016

L'assegnazione temporanea disciplinata dall'art. 42 bis D. Lgs. n. 151/2001 è una fattispecie generale, efficace per tutto il personale pubblico (militari e non), compreso quello ad ordinamento non privatizzato.

Leggi tutto...

Militari e imputazione penale: casi in cui l'esclusione dal concorso è illegittima

Valutazione attuale:  / 0

Nota di commento alla sentenza del Tar Lazio n. 9720/2016

Non è ragionevole impedire ad un soggetto non più imputato (al momento della definizione della procedura concorsuale) l'immissione nel ruolo dei volontari in servizio permanente dell'Esercito, una volta superata la procedura selettiva.

Leggi tutto...

Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve

Valutazione attuale:  / 0

Il Tribunale di Roma ricorda che il codice della privacy richiede il consenso espresso solo in caso di diffusione dei dati

Gli impianti di videosorveglianza sulle parti comuni dell'edificio sono stati finalmente normati dalla legge numero 220/2012 di riforma del condominio che, colmando un vuoto non indifferente, ha introdotto un nuovo articolo 1222-ter alcodice civile. Tale previsione sancisce

Leggi tutto...

La confisca ed il congelamento dei beni e dei proventi da reato nell'Unione Europea

Valutazione attuale:  / 0

Dalla Direttiva europea 2014/42/UE al D.lgs. n. 202 del 29 ottobre 2016

La crescita della consapevolezza di come la criminalità organizzata operi "senza frontiere" conquistando sempre rinnovati spazi di "investimento" ha progressivamente indotto gli Stati ad adottare misure di cooperazione internazionale volte, per quanto possibile, ad

Leggi tutto...

Cassazione: sì al risarcimento per il militare morto per l'uranio impoverito

Valutazione attuale:  / 0

Per le sezioni unite, sono vittime del dovere i militari morti per le malattie contratte dopo la missione in Bosnia

Le sezioni unite della Cassazione hanno disposto con la sentenza n. 23300/2016, depositata ieri (e qui sotto allegata), che il militare colpito da patologia fatale causata dal contatto con l'uranio impoverito (sostanza notoriamente cancerogena), fa parte della categoria

Leggi tutto...

Pagina 5 di 69

Free business joomla templates