Il fisco dalla A alla Z

In questa rubrica saranno illustrate le parole più ricorrenti legate al tema fiscale.

Le Parole del Fisco

Valutazione attuale:  / 0

Termini economico-fiscali più ricorrenti

A

 

 

Abitazione principale

Ai fini Irpef è l'abitazione posseduta in base a un diritto reale (proprietà, usufrutto, abitazione eccetera) e in cui il contribuente e/o i suoi familiari dimorano abitualmente. Per la normativa Ici l'abitazione principale è, salvo prova contraria, quella nella quale il contribuente ha la residenza anagrafica.

 

Abuso di posizione dominante

Strategia in base alla quale una o più imprese fissando i prezzi a proprio piacimento si sottraggono alla concorrenza.

 

Accantonamento

Imputazione di quote di utili, a seconda che siano lordi o netti, a fondi destinati alla copertura di rischi o spese oppure a riserve facenti parte del patrimonio netto.

 

Accatastamento

È la procedura di iscrizione degli immobili nei registri catastali con la conseguente attribuzione della "rendita catastale" (per le case) o della "rendita dominicale" (per i terreni).

 

Accertamento
È l'insieme delle attività svolte dall'agenzia delle Entrate, entro precisi termini di decadenza, per verificare la correttezza della base imponibile dichiarata e/o dell'imposta versata dal contribuente.

 

Accertamento analitico
È la metodologia di accertamento utilizzata, sia nell'ambito delle imposte sui redditi sia dell'Iva, per ricostruire l'imponibile partendo dalla contabilità del contribuente.

 

Accertamento catastale
Operazione consistente nell'individuazione, anche mediante sopralluoghi, dell'unità immobiliare denunciata, nella verifica dell'esattezza dei dati e degli elementi dichiarati, nel controllo della corrispondenza tra lo stato di fatto e la planimetria.

 

Accertamento con adesione
È il procedimento mediante il quale la rettifica della base imponibile dichiarata (o la sua determinazione in caso di omessa dichiarazione) è fatta in contraddittorio tra l'ufficio e il contribuente. Si concretizza in un atto dell'ufficio sottoscritto, per adesione, anche dal contribuente. Il contribuente ottiene così la riduzione a 1/4 delle sanzioni.

 

Accertamento d'ufficio
È la metodologia di accertamento cui ricorre l'agenzia delle Entrate nel caso il contribuente non presenti la dichiarazione o ne presenti una nulla.

 

Accertamento induttivo
È la metodologia di accertamento utilizzata per ricostruire la base imponibile, ai fini delle imposte sui redditi e dell'Iva, prescindendo dalle scritture contabili del contribuente, perché mancanti o inattendibili.

 

Accertamento integrativo
Nei casi di "sopravvenuta conoscenza di nuovi elementi", l'ufficio può, fino alla scadenza del termine di decadenza, integrare o modificare in aumento un accertamento già notificato al contribuente. Il nuovo accertamento è detto, appunto, "integrativo".

Accertamento parziale
È la rettifica effettuata dall'ufficio (e che consente di effettuare anche altri accertamenti successivamente) quando, a seguito di accessi, ispezioni, verifiche, nonchè dalle segnalazioni effettuate dalla stessa agenzia delle Entrate o da altre Agenzie fiscali, dalla Guardia di finanza o da Pubbliche Amministrazioni ed enti pubblici, oppure dai dati in possesso dell'Anagrafe tributaria, risultino elementi che consentono di stabilire l'esistenza di un reddito non dichiarato o dichiarato solo parzialmente, o l'esistenza di deduzioni, esenzioni e agevolazioni in tutto o in parte non spettanti, nonchè l'esistenza di imposte o di maggiori imposte non versate.

Accertamento sintetico
È la metodologia di accertamento utilizzata per rideterminare il reddito partendo dalle spese sostenute dal contribuente (persona fisica). In pratica, presupposto di questa modalità di accertamento è che una spesa è indice dell'esistenza di un reddito idoneo a sostenerla. Il calcolo del reddito corrispondente alla spesa sostenuta per i beni e i servizi "rilevanti" (aerei ed elicotteri da turismo, navi e imbarcazioni da diporto, vetture di lusso, cavalli da corsa eccetera) viene effettuato con dei coefficienti contenuti nel cosiddetto "redditometro".

Accesso
È il potere attribuito agli organi accertatori di entrare sia nei locali destinati all'esercizio di attività commerciali o agricole sia in quelli destinati all'esercizio di arti e professioni e di fermarvisi, anche senza o contro il consenso del contribuente, al fine di eseguire le operazioni autorizzate dal responsabile dell'ufficio competente. L'accesso è ammesso, a determinate condizioni, anche nelle abitazioni private.

Accise
Sono imposte indirette che gravano su determinati prodotti energetici o di origine alcolica che, a seconda dei casi, possono essere dovute al momento della fabbricazione, della importazione oppure dell'immissione al consumo. L'accisa non si calcola sul valore ma sull'unità di misura (ad esempio, sulla benzina l'accisa sarà pari a x euro per litro).

Acconto
È l'importo che il contribuente è tenuto a versare come anticipo dell'imposta dovuta per l'anno in corso. Diversi tributi prevedono, a determinate condizioni, il pagamento dell'acconto. Fra i più comuni, le imposte sui redditi e l'Iva.

Acquiescenza
E' il comportamento del contribuente che riceve un avviso di accertamento e, senza impugnarlo e senza ricorrere alla procedura dell'accertamento con adesione, provvede al pagamento di quanto dovuto (o della prima rata di quanto dovuto se il pagamento è rateale) entro 60 giorni. Con l'acquiescenza si ottiene la riduzione a 1/4 delle sanzioni irrogate dall'ufficio.

Acquisti in sospensione di imposta
Facoltà concessa agli esportatori abituali di acquistare beni e servizi senza addebito dell'Iva, nei limiti di un determinato importo (cosiddetto "plafond").


Acquisti intracomunitari
In generale, sono tutti gli acquisti a titolo oneroso della proprietà di un bene (o di altro diritto reale di godimento sullo stesso), spedito o trasportato in Italia da un altro Stato Ue. E' necessario che acquirente e venditore siano soggetti passivi Iva, ognuno nel proprio Paese.

Addizionali
Sono quote d'imposta destinate agli enti locali che vanno ad aggiungersi a quelle "nazionali". Fra le più note, le addizionali, comunali e regionali, Irpef.

Adempimento
È l'esecuzione di un obbligo posto a carico del contribuente (ad esempio, la presentazione della dichiarazione o il pagamento di un'imposta).

Adesione al processo verbale di constatazione
In presenza di processi verbali di constatazione relativi a violazioni in materia di imposte sui redditi e di Iva che consentano l'emissione di accertamenti parziali, il contribuente può scegliere di "chiudere la vertenza" prima della notifica dell'avviso di accertamento, "aderendo" alle richieste dell'ufficio. Il vantaggio per il contribuente è la riduzione a 1/8 delle sanzione irrogate.

Affrancamento
Il rendere non tassabile, gratuitamente o mediante il pagamento di un'imposta sostitutiva. Solitamente si parla di affrancamento delle riserve in sospensione d'imposta , dei saldi di rivalutazione eccetera.

Agenti della riscossione
Società alle quali è affidato in concessione, in un determinato ambito territoriale, il servizio della riscossione, anche coattiva, dei tributi per conto dell'agenzia delle Entrate.

Agenzie fiscali
Sono enti pubblici non economici nati dalla riorganizzazione del ministero delle Finanze. Le 4 agenzie fiscali (Entrate, Dogane, Territorio e Demanio) esercitano le funzioni precedentemente affidate ai dipartimenti del vecchio Ministero. Sono dotate di autonomia regolamentare, amministrativa, patrimoniale, organizzativa, contabile e finanziaria nell'ambito di una convenzione stipulata annualmente con il ministero dell'Economia e delle Finanze, il quale assegna gli indirizzi strategici e svolge un costante monitoraggio sulla loro attività.

Agevolazione fiscale
È un trattamento preferenziale accordato in determinati casi e che si concretizza, generalmente, nell'applicazione di un'aliquota ridotta oppure nella concessione di crediti d'imposta, deduzioni dall'imponibile, detrazioni d'imposta, esenzioni.

Aggio
È la somma che l'agente percepisce per la sua attività di riscossione delle imposte.

Aggio (titoli e valute)
Sta per sovrapprezzo. Nel mercato dei titoli viene utilizzato per evidenziare l'eccedenza del prezzo di emissione rispetto al valore nominale mentre in quello valutario indica il sovrapprezzo che viene versato per convertire le divise in banconote.

Aiuti "de minimis"
Sono aiuti economici (solitamente crediti d'imposta) di modesta entità che gli Stati membri dell'Ue possono erogare liberamente alle imprese senza attendere il rilascio della prescritta autorizzazione da parte della Commissione Europea. Dal 1° gennaio 2007 il regime "de minimis" prevede che le imprese possano ricevere a questo titolo aiuti fino a un massimo di 200mila euro nell'arco di tre anni.

Aiuti di stato
Consistono nell'intervento di un'autorità pubblica (a livello nazionale, regionale o locale), effettuato tramite risorse pubbliche, per sostenere alcune imprese o attività produttive. Un'impresa che beneficia di un tale aiuto ne risulta avvantaggiata rispetto ai suoi concorrenti. E' per questo che il trattato istitutivo dell'Unione europea vieta come principio gli aiuti di Stato. Sono autorizzati, in deroga, quando risultino utili per la realizzazione di obiettivi di comune interesse per l'Unione europea in generale.

Aliquota
È la percentuale da applicare alla base imponibile per determinare l'imposta. Può essere fissa (come, nel caso dell'Ires) ovvero progressiva, che cresce all'aumentare della base imponibile (ad esempio, l'Irpef).

Aliquota marginale
Se la tassazione avviene con aliquota progressiva, è la più alta aliquota applicata (nell'Irpef, è l'aliquota applicata alla parte di reddito ricadente nell'ultimo scaglione).

Aliquota media
È pari al rapporto tra l'imposta totale e la base imponibile.

Ammortamento
È il procedimento attraverso il quale si ripartisce il costo di un'immobilizzazione (materiale e immateriale) lungo gli esercizi della sua vita utile. La quota di ammortamento costituisce un componente negativo di reddito.

Anagrafe tributaria
Centro di raccolta ed elaborazione dei dati di interesse fiscale riguardanti tutti i soggetti (persone fisiche, società, enti eccetera) ai quali è attribuito, a cura dell'agenzia delle Entrate, un codice identificativo (codice fiscale, partita Iva). L'At raccoglie, inoltre, elementi e notizie in ordine a movimenti economici fiscalmente rilevanti, che possono essere utilizzati, con controlli incrociati, da altre Pubbliche Amministrazioni.

Apa
Acronimo di Advance Pricing Agreement. E' uno strumento tributario appositamente introdotto in alcuni ordinamenti per diminuire il grado di incertezza nei rapporti tra i diversi ordinamenti tributari e tra l'Amministrazione finanziaria e il contribuente, riducendo gli oneri di conformità a carico di quest'ultimo. Nell'ambito degli Apa si distinguono quelli unilaterali, che si concretizzano in un accordo tra il contribuente e l'Amministrazione fiscale del suo Stato di residenza che permettono, in via preventiva e per un prefissato periodo di tempo, di dirimere le controversie in merito alla determinazione dei prezzi di trasferimento delle operazioni transfrontaliere tra parti correlate.

Arm's lenght principle
I prezzi e le condizioni che devono essere applicate di norma tra operatori che svolgono attività in regimi fiscali differenti. Questo principio, che tradotto letteralmente è detto della "lunghezza del braccio", trova applicazione nel commercio internazionale.

Armonizzazione fiscale
Processo di integrazione dei sistemi fiscali degli Stati facenti parte dell'Unione europea basato sulla convergenza delle normative verso principi comuni.

Asked price
Richiesta in termini di prezzo minimo di vendita o di offerta che l'operatore finanziario formula per vendere un determinato titolo. Tradotto dall'inglese significa prezzo richiesto.

Asse ereditario
È l'insieme dei beni e dei diritti del defunto caduti in successione.

Asseverazione
Attestazione che riguarda tutti i contribuenti per i quali si applicano gli studi di settore. Viene rilasciata, a richiesta del contribuente, dai responsabili dei Caf imprese nonché dai professionisti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni, a seguito di un'attività di controllo tendente a verificare che i dati dichiarati siano conformi a quelli risultanti dalle scritture contabili, che i ricavi dichiarati siano congrui (e in caso contrario vanno indicate le cause che giustificano lo scostamento da quelli determinabili con il software GE.RI.CO.), che determinati indicatori economici siano coerenti (o le cause che giustificano un'incoerenza) rispetto agli indici individuati dagli studi di settore.

Assistenza tecnica
È quella prestata da un difensore abilitato (tra gli altri, avvocati, dottori commercialisti, esperti contabili, consulenti del lavoro) nell'ambito del processo tributario. L'assistenza tecnica è facoltativa quando la controversia è di valore non superiore a 2.582,28 euro, obbligatoria in caso contrario. Ai non abbienti è assicurata l'assistenza gratuita.

Attaché Fiscal
Organo presso l'Ambasciata di Francia in Italia cui è affidato l'incarico di risolvere le eventuali difficoltà relative alla applicazione delle Convenzioni fiscali stipulate tra i due Paesi.

Attività (chiusura di)
Dichiarazione che deve essere presentata in caso di cessazione dell'attività entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle operazioni relative alla liquidazione dell'azienda.

Attività (codice)
Codice identificativo utilizzato per classificare, in maniera standardizzata a livello europeo, le attività economiche (ad esempio, il codice per l'attività di produzione di succhi di frutta e ortaggi è 10.32.00).

Attività (comunicazione di inizio)
Dichiarazione che va presentata, anche in via telematica, all'agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall'inizio di una qualunque attività economica o dalla costituzione della società. L'ufficio attribuisce così il numero di partita Iva che resta invariato fino al momento della cessazione dell'attività, anche in caso di mutamento del domicilio fiscale del contribuente.

Attività (variazione di)
Dichiarazione che deve essere presentata entro 30 giorni, con le stesse modalità previste in caso di inizio dell'attività, all'agenzia delle Entrate, in caso di variazione di uno degli elementi indicati nella dichiarazione di inizio attività.

Attività agricole
Ai fini delle imposte sui redditi sono considerate tali:
• le attività dirette alla coltivazione del terreno e alla silvicoltura
• l'allevamento di animali con mangimi ottenibili per almeno un quarto dal terreno e le attività dirette alla produzione di vegetali tramite l'utilizzo di strutture fisse o mobili, anche provvisorie, se la superficie adibita alla produzione non eccede il doppio di quella del terreno su cui la produzione insiste
• le "attività connesse", cioè la manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione, ancorché non svolte sul terreno, di prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali, con riferimento a beni individuati, ogni due anni, con apposito decreto ministeriale.

Attività intramuraria
(intramoenia) E' così definita l'attività professionale libera esercitata da determinati soggetti all'interno di determinate strutture. La più nota è quella esercitata da medici chirurghi, odontoiatri, veterinari e altri dipendenti del Ssn che ricoprono l'incarico di dirigenti del ruolo sanitario (biologi, farmacisti, fisici, chimici e psicologi), all'interno della struttura ospedaliera e al di fuori del loro orario di servizio (l'attività esercitata dagli stessi soggetti al di fuori della struttura è detta "extramuraria").

Attività marginali
Regime agevolativo (soppresso, con effetto dall'1/1/2008, dalla Finanziaria 2008 che ha istituito il regime "dei minimi") applicabile alle persone fisiche che esercitano un'attività di impresa, artistica o professionale, soggetta agli studi di settore e nel rispetto di determinati limiti di ricavi/compensi realizzati.

Autocertificazione
Dichiarazione che può essere prodotta in sostituzione delle normali certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione per attestare la propria situazione giuridica (luogo e data di nascita, residenza, cittadinanza, stato di famiglia, nascita di figli, posizione agli effetti degli obblighi militari, eccetera).

Autoconsumo
Destinazione all'utilizzo personale, da parte dell'imprenditore individuale o dell'esercente arti e professioni, dei beni o servizi da lui prodotti.

Autofattura
Documento fiscale che in alcuni casi il cliente deve emettere, sostituendosi in tale adempimento al fornitore.

Autoliquidazione o Autotassazione
Calcolo e versamento dell'imposta dovuta, effettuati direttamente dal contribuente nei casi previsti dalla legge.

Autonomia tributaria
Potestà attribuita alle Regioni e agli enti locali di stabilire e riscuotere tributi propri, in armonia con la Costituzione e secondo i principi di coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario.

Autotutela
È il potere che ha ogni Pubblica Amministrazione di correggere un proprio errore senza necessità di una decisione del giudice. L'agenzia delle Entrate, per quanto di sua competenza, può provvedere ad annullare o revocare un proprio atto illegittimo o infondato, su richiesta del contribuente o d'ufficio.

Avviso bonario
Comunicazione inviata dall'agente della riscossione al contribuente allo scopo di informarlo degli eventuali errori riscontrati in fase di liquidazione delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi presentate negli anni dal 1994 al 1998 e dalle dichiarazioni Iva presentate per gli anni dal 1995 al 1998. La sua funzione è quella di consentire al contribuente la regolarizzazione della propria posizione usufruendo della riduzione delle sanzioni, senza attendere l'invio della cartella di pagamento. Non è un atto impositivo e pertanto non è impugnabile dinanzi alla Commissione tributaria.

Avviso di accertamento
Atto mediante il quale l'ufficio fiscale notifica formalmente un addebito nei confronti del contribuente.

Azione esecutiva
(v. Esecuzione forzata)

B

Bare fiscali
Società che non sono più operative e che, caratterizzate da perdite fiscali riportabili, sono acquisite con il preciso obiettivo di compensare queste perdite con i propri utili.

Base imponibile
Valore sul quale si dovrà applicare l'aliquota per determinare l'imposta dovuta.

Bene a uso promiscuo
Bene utilizzato sia per l'esercizio dell'impresa o della professione che per finalità diverse. Rientra in tale categoria, ad esempio, l'auto utilizzata contemporaneamente per lo svolgimento della propria attività lavorativa e per esigenze personali o familiari.

Beni ammortizzabili (strumentali)
Beni utilizzati durevolmente per l'esercizio dell'impresa il cui costo di acquisto è imputato a più esercizi in funzione del grado di obsolescenza e dell'utilizzo che ne viene effettuato.

Bid price
Prezzo massimo che l'operatore di Borsa è disposto a pagare per acquistare un determinato titolo.

Bilancio d'esercizio
Documento contabile di sintesi che permette di determinare, al termine di ogni esercizio, il risultato della gestione di un'impresa e dal quale è possibile ricavare informazioni circa la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della stessa. In base al codice civile il bilancio di esercizio si compone dello stato patrimoniale, del conto economico e della nota integrativa.

Black list
Elenco dei cosiddetti "paradisi fiscali", vale a dire dei Paesi aventi un regime fiscale privilegiato e che non consentono un adeguato scambio di informazioni con l'Amministrazione italiana.

Bolla di accompagnamento
Documento fiscale che deve contenere la descrizione delle merci viaggianti. Soppressa dal 27/9/1996 e sostituita, in generale, dal documento di trasporto, il suo obbligo permane solo per particolari settori merceologici (ad esempio, tabacchi e fiammiferi, prodotti assoggettati ad accisa e a imposta di consumo).

Bollo (imposta)
Imposta indiretta dovuta per la formazione di atti, documenti e registri specificamente individuati dalla legge.

Bollo auto
È una tassa di possesso dovuta sui veicoli a prescindere dal loro utilizzo. Il tributo va pagato annualmente da chi risulta essere proprietario del veicolo.


Bonus fiscale
Sinonimo di agevolazione fiscale.

Bouclier fiscal
Tecnicamente si tratta di un nuovo istituto, in vigore nell'ordinamento tributario francese dal 1° gennaio 2007, che limita il carico tributario individuale al 60%. Il dispositivo ha meritato nella topografia del codice generale delle imposte il primo posto nella numerazione degli articoli.

Business plan
È il piano d'impresa con cui l'imprenditore valuta i rischi connessi alla realizzazione di un progetto. Nel piano d'impresa sono evidenziati non soltanto gli obiettivi che l'impresa si propone di raggiungere ma anche le possibilità di successo di una nuova idea di business e le concrete possibilità di attuarla. E questo anche in considerazione dello stato di salute dell'impresa.

 

C


Caf (Centri di assistenza fiscale)
Organizzazioni, iscritte in appositi albi tenuti dall'agenzia delle Entrate (Caf-dipendenti e Caf-imprese), che svolgono attività di assistenza fiscale nei confronti dei soggetti che ne fanno richiesta.

 

Cambio incrociato
Tasso di cambio che si calcola sulla base della concatenazione di due diverse relazioni di cambio.

 

Cambio medio favorevole
Circostanza che si verifica quando, relativamente ai crediti, una valuta si svaluta rispetto ad un'altra valuta estera di riferimento e, relativamente ai debiti, invece si rivaluta.

Canone
Pagamento periodico dovuto da chi usa un bene di proprietà altrui.

Capacità contributiva
Principio fondamentale sancito dalla nostra Costituzione, secondo la quale tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro "capacità contributiva". In sostanza, da un lato, nessun tributo deve colpire fatti non espressivi di capacità contributiva e, dall'altro, il contribuente non può essere sottoposto alla tassazione, se non in presenza di fatti che esprimono capacità contributiva.

Capienza
Possibilità di sfruttare una detrazione d'imposta. Nell'ambito delle imposte sui redditi, infatti, una detrazione può abbattere l'imposta dovuta nei limiti di quest'ultima (ad esempio, se l'imposta lorda è pari a 1.000, le detrazioni potranno essere sfruttate nel limite di 1.000).

Capital export neutrality
Criterio utilizzato per definire le condizioni di neutralità della tassazione internazionale dei redditi da capitale. La garanzia, alla base di tale criterio, è rappresentata dall'applicazione del principio di residenza nella tassazione internazionale dei redditi da capitale.

Capital gain
Guadagno (gain) conseguente alla cessione di partecipazioni societarie, o alla vendita di titoli e diritti a questi riconducibili (warrants, obbligazioni convertibili, opzioni, operazioni a premio eccetera), a un prezzo superiore a quello di acquisto.

 

Carbon tax
Tassa ecologica introdotta nel 1998 con l'obiettivo di ridurre le emissioni di anidride carbonica. Nella pratica si sostanzia in accise sugli oli minerali.

Carico fiscale
Importo complessivo del prelievo fiscale cui soggiace il contribuente a seguito dell'applicazione di un tributo.

fraud
Sono frodi molto frequenti nelle transazioni di merci e consistono, essenzialmente, nell'interposizione di soggetti irreperibili nelle transazioni commerciali. Normalmente la procedura che si innesca è la seguente: la società B, con sede nella Ue, acquista beni da una società A stabilita in altro Stato membro. Come accade nelle transazioni comunitarie, a fronte di tale acquisto, l'onere del pagamento dell'Iva si riversa sull'acquirente B. Questi cede a sua volta i beni, generalmente a prezzo ridotto, a un terzo soggetto C residente nel medesimo Stato. B, però, omette di versare l'imposta dovuta. La società C, secondo acquirente e definita società "tampone", rivende i beni a un'altra società residente con un margine di ricavo esiguo, paga l'imposta e ne chiede, al contempo, la restituzione (v. Frode carosello).

Cartelle di pagamento
Avvisi predisposti dagli agenti della riscossione e notificati al contribuente, contenenti l'invito a pagare entro sessanta giorni le somme iscritte a ruolo.

Cassetto fiscale
Servizio telematico dell'agenzia delle Entrate che dà ai contribuenti la possibilità di consultare, in tutta sicurezza, le proprie informazioni fiscali (dichiarazioni presentate, rimborsi di imposte dirette e indirette, versamenti effettuati tramite i modelli F24 e F23, atti del registro che li riguardano eccetera).

Categorie catastali
Tipologie con cui sono classificati gli immobili. Le categorie catastali sono cinque: A (abitazioni), B (edifici a uso collettivo, come caserme o scuole), C (commerciali, come box, negozi, tettoie), D (immobili industriali), E (immobili speciali). In ogni categoria ci sono più sottocategorie.

Centri di assistenza multicanale
Forniscono ai contribuenti informazioni di base sullo stato delle pratiche fiscali, sugli adempimenti tributari (normativa, scadenze) e sulla posizione fiscale del singolo contribuente (dichiarazioni, avvisi di irregolarità), nonché assistenza sull'invio telematico delle dichiarazioni dei redditi Sinonimi: nei casi meno complessi, gli operatori del Cam possono correggere eventuali errori e annullare atti amministrativi (come, ad esempio, le comunicazioni di irregolarità) di cui accertino l'illegittimità. Il servizio, cui si accede chiamando il numero 848.80

Centri operativi
Organismi istituiti a Venezia e Pescara in concomitanza con la soppressione dei Centri di servizio. Sono diventati gli uffici competenti a cui i contribuenti devono inviare alcune comunicazioni e richieste, tra cui le comunicazioni per le agevolazioni fiscali previste in materia di ristrutturazioni edilizie (che vanno inviate al Centro operativo di Pescara). I Centri operativi svolgono, inoltre, attività di gestione e controllo su istanze e ricorsi che i contribuenti devono presentare ad altri uffici dell'Agenzia.


Centro degli interessi vitali
Luogo in cui un individuo mantiene il fulcro delle proprie attività personali ed economiche. E questo con riferimento alle relazioni familiari, alla sede dei propri affari o di gestione delle sue proprietà.

Certificazione tributaria ("Visto pesante")
Certificazione attestante che il soggetto incaricato del controllo ("certificatore") ha accertato l'esatta applicazione delle norme tributarie relative al reddito d'impresa ed eseguito gli adempimenti, i controlli e le attività, indicate annualmente con un apposito decreto. Sono abilitati al rilascio della Certificazione tributaria i revisori contabili iscritti da almeno 5 anni agli albi dei dottori commercialisti, ragionieri e periti commerciali e dei consulenti del lavoro, abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni. Come per il visto di conformità e l'asseverazione, i certificatori devono preventivamente comunicare tale attività di controllo alla direzione regionale delle Entrate competente e stipulare una polizza assicurativa a copertura dei danni eventualmente provocati. Possono ottenere la certificazione tutti i contribuenti titolari di reddito di impresa in regime di contabilità ordinaria.

Certificazioni fiscali
Strumenti di "supervisione" fiscale il cui esercizio è affidato a soggetti terzi professionalmente abilitati, al fine di garantire ai contribuenti che se ne avvalgono il corretto assolvimento di taluni adempimenti tributari. Le certificazioni fiscali possono consistere nel visto di conformità, nell'asseverazione e nella certificazione tributaria.

Cessioni intracomunitarie
Costituiscono cessioni intracomunitarie, non imponibili ai fini Iva, le cessioni di beni effettuate dal territorio di uno Stato a quello di un altro Stato comunitario, sempre che si verifichino le seguenti condizioni: il venditore è un soggetto passivo in Italia, l'acquirente è un soggetto passivo in un altro Stato membro, la cessione è effettuata a titolo oneroso.

Cfc
Sigla internazionale con cui vengono comunemente definite le cosiddette "società controllate estere" (controlled foreign companies).

Classe catastale
Criterio di distinzione degli immobili di una data categoria catastale in relazione al grado di finitura, ai servizi, ai vani e alla posizione. All'interno della categoria A (abitazioni), ad esempio, ci sono le classi 1 - abitazione di tipo signorile - 2 - abitazione di tipo civile - 3 - abitazione di tipo economico - eccetera (categoria e classe sono indicate congiuntamente – A/1, A/2 eccetera).

Codice fiscale
Sinonimi: Sequenza di caratteri alfanumerici che identifica ogni contribuente (persone fisiche, società, enti eccetera) nei rapporti con l'Amministrazione finanziaria e con gli altri enti e uffici pubblici. Per le persone fisiche viene determinato sulla base dei da, per le persone giuridiche corrisponde in genere con il numero di partita Iva.

Codice Pin
Codice identificativo personale, formato da dieci cifre, che consente di usufruire dei servizi telematici dell'agenzia delle Entrate erogati mediante il canale Fisconline.

Codice tributo
Sequenza di numeri e lettere che identifica il tributo, da riportare sul modello di pagamento (F23 e F24).

Coefficienti di ammortamento
Aliquote da applicare ai beni strumentali per determinare la quota di ammortamento di competenza dell'esercizio. La normativa fiscale, con appositi decreti ministeriali, fissa i coefficienti massimi di ammortamento.

Commercio elettronico
Vendita di prodotti per via telematica. Fiscalmente si distingue fra commercio elettronico diretto (cessione e consegna avvengono per via telematica) e commercio elettronico indiretto (la cessione avviene per via telematica, ma la consegna del bene avviene secondo i canali tradizionali).

Commissioni tributarie
Organi competenti per le controversie di natura tributaria (v. Processo tributario).

Compensazione
Modalità di estinzione del debito tributario consistente nella possibilità di compensare, mediante il modello F24, debiti e crediti con i diversi enti destinatari dei versamenti unificati. La compensazione può essere verticale (ad esempio, Irpef a debito compensata con Irpef a credito) e orizzontale (ad esempio, debito Iva compensato con credito Ires).

Compenso in natura
Beni o servizi erogati a titolo di corrispettivo di una prestazione (v. Fringe benefits).

Compromesso
È il contratto con cui le parti assumono l'impegno a concludere la compravendita.

Comunicazioni
Avvisi inviati al contribuente, emessi a seguito delle attività di controllo automatico e formale delle dichiarazioni e di liquidazione dei redditi assoggettati a tassazione separata.

Conciliazione giudiziale
Strumento cosiddetto "deflativo" del contenzioso. E' una procedura attraverso la quale si può chiudere un contenzioso aperto con il Fisco. Infatti, in presenza di un ricorso presentato alla Commissione tributaria provinciale, la conciliazione permette di chiudere la lite in tempi brevi, evitando così il rischio e i costi di un eventuale proseguimento del contenzioso. La conciliazione giudiziale si applica a tutte le controversie per le quali hanno giurisdizione le Commissioni tributarie provinciali.

Concordato (v. Accertamento con adesione)


Condono fiscale
Provvedimento legislativo con cui viene data ai contribuenti la possibilità di definire in via agevolata vertenze, effettive o potenziali, con il Fisco.

 

Conguaglio
Determinazione definitiva delle imposte dovute in un dato anno, al fine di regolare le eventuali differenze a debito o a credito. Per quanto riguarda i redditi di lavoro dipendente, ad esempio, il datore di lavoro (sostituto d'imposta) è tenuto entro il mese di febbraio all'effettuazione del conguaglio fra le ritenute operate e le imposte dovute sui redditi di lavoro dipendente corrisposti nell'anno precedente.

 

Consiglio di presidenza della giustizia tributaria
Organo di autogoverno dei giudici tributari. Costituito con decreto del Presidente della Repubblica, dura in carica quattro anni ed è composto da undici membri eletti tra i giudici tributari e da quattro componenti eletti dal Parlamento tra professori universitari in materie giuridiche o tra i soggetti abilitati alla difesa dinanzi alle Commissioni tributarie.

 

Consolidato fiscale mondiale
Istituto opzionale che consente a società di capitali ed enti commerciali residenti di includere pro quota nella propria base imponibile i redditi conseguiti da tutte le controllate non residenti.

 

Consolidato fiscale nazionale
Istituto opzionale che permette ai gruppi di società residenti di determinare un'unica base imponibile ai fine Ires, pari alla somma algebrica dei redditi imponibili di ogni società che aderisce all'opzione.

Contenzioso tributario
(v. Processo tributario)

Conto fiscale
Conto acceso presso gli agenti della riscossione, utilizzato dai possessori di partita Iva per regolare i rapporti di debito e credito con l'Amministrazione finanziaria.

Contributi in conto capitale
Contributi finalizzati, genericamente, a incrementare i mezzi patrimoniali dell'impresa.

Contributi in conto interessi
Contributi destinati al pagamento totale o parziale degli interessi di chi ha acceso un finanziamento a medio-lungo termine.

Controllo automatico delle dichiarazioni
E' detto anche "liquidazione" della dichiarazione. E' un controllo, effettuato sulla base dei dati in possesso dell'Anagrafe tributaria, che consente di correggere errori materiali e di calcolo e di verificare la congruità e la tempestività dei versamenti.

Controllo formale delle dichiarazioni
Controllo di dichiarazioni selezionate in base a criteri fissati dal direttore dell'agenzia delle Entrate, finalizzato a verificare la conformità dei dati esposti alla documentazione conservata dal contribuente e ai dati desunti dal contenuto delle dichiarazioni presentate da altri soggetti e forniti da enti previdenziali e assistenziali, banche e imprese assicuratrici.

Convenzioni internazionali
Accordi stipulati tra due o più Stati al fine di regolare rapporti internazionali. Tra gli accordi bilaterali rientrano le Convenzioni contro le doppie imposizioni sui redditi e il patrimonio, intese a prevenire o eliminare la doppia imposizione e a coordinare l'attività accertatrice nei rispettivi Territori.

Corrispettivo
Somma pagata per l'acquisto di un bene o di un servizio. Può comprendere l'imposta sul valore aggiunto (Iva) che viene addebitata all'acquirente a titolo di rivalsa.

Cost sharing agreement
Accordi, sottoscritti da consociate di gruppi multinazionali, che regolamentano le operazioni di riaddebito dei costi per i servizi infragruppo.

Costituzione in giudizio
Deposito del ricorso (nel caso del ricorrente) o delle controdeduzioni (nel caso del resistente) presso la segreteria della commissione tributaria adita.


Criterio di cassa
Modalità di imputazione di componenti positivi e negativi di reddito che individua il momento della loro tassazione in quello (nell'esercizio, nell'anno) in cui avviene il relativo incasso o pagamento. In base a tale criterio sono tassati i redditi di lavoro dipendente e di lavoro autonomo.


Criterio di competenza
Modalità di imputazione di componenti positivi e negativi di reddito che individua il momento della loro tassazione in quello (nell'esercizio, nell'anno) in cui avviene la loro maturazione economica, a prescindere dalla manifestazione numeraria (incasso o pagamento). In base a tale criterio sono tassati i redditi di impresa.

Cud
E' la "Certificazione unica dei redditi", valida sia ai fini tributari che previdenziali, consegnata ai lavoratori dipendenti e pensionati e a coloro che percepiscono redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Nel Cud sono sintetizzati i redditi corrisposti, le ritenute, le deduzioni e le detrazioni fiscali, i dati previdenziali e assistenziali dei contributi versati o dovuti agli enti previdenziali, i contributi previdenziali e assistenziali a carico del lavoratore, versati o dovuti agli enti previdenziali. A partire dal 1998 ha sostituito i modelli 101 e 201.

Cumulo giuridico (delle sanzioni)
Principio per cui in determinati casi si applica una sanzione unica e ridotta (cumulo giuridico) e non quella derivante dalla materiale sommatoria delle sanzioni relative ai singoli illeciti (cumulo materiale). Nel concreto, quando il contribuente, anche in tempi diversi, commette più violazioni che, nella loro progressione, pregiudicano o tendono a pregiudicare la determinazione dell'imponibile o dell'imposta, si applica la sanzione che dovrebbe infliggersi per la violazione più grave, aumentata dal quarto al doppio.

Cuneo fiscale e contributivo
E' la differenza tra il costo del lavoro sostenuto dall'impresa e la retribuzione netta che resta a disposizione del lavoratore. È costituito dalle imposte e dai contributi commisurati alla retribuzione, che sono pagati dal datore di lavoro e dal lavoratore. È quindi formato da un insieme eterogeneo di componenti che gravano su soggetti diversi.

Current ratio
Rapporto tra attività e passività correnti di un'impresa.

D

Debito d'imposta
Somma che il contribuente è tenuto a pagare al Fisco.

Decadenza
Perdita di un diritto per il suo mancato esercizio entro un determinato termine.

Decozione
Impossibilità da parte di un imprenditore di far fronte sotto il profilo patrimoniale alle obbligazioni. Il termine indica il suo stato di insolvenza che è presupposto per aprire la procedura di fallimento.

Deduzione
Importo che si sottrae, riducendola, dalla base imponibile del tributo.

Default
Il mancato pagamento alla scadenza prevista di un prestito. Termine di origine anglosassone che indica lo stato di insolvenza.

Delisting
Cancellazione di una società dal listino di Borsa.

Detrazione
Importo che si sottrae, riducendolo, dal tributo da pagare.
di destinazione sugli stessi.

Dichiarante
Colui che presenta la dichiarazione.

Dichiarazione congiunta
Possibilità concessa ai coniugi, a determinate condizioni, di presentare, per entrambi, una sola dichiarazione dei redditi, utilizzando il modello 730.

Dichiarazione correttiva (integrativa)
Nuovo modello dichiarativo presentato, entro termini ben precisi, per correggere errori od omissioni presenti in quello originario.

Dichiarazione dei redditi
È il documento attraverso il quale il contribuente (persona fisica o giuridica) comunica il proprio reddito imponibile e liquida l'imposta dovuta. I modelli variano a seconda che si tratti della dichiarazione di persone fisiche, società di persone o di capitali.

Dichiarazione Ici
A partire dal 2008, è la dichiarazione che deve essere presentata quando le modificazioni soggettive e oggettive comportano una riduzione dell'Ici e nei casi in cui il Comune non può acquisire dalla banca dati catastale le informazioni necessarie per la determinazione del tributo.

Difensori abilitati
Soggetti - generalmente iscritti in albi professionali - che possono rappresentare e difendere il contribuente dinanzi alle Commissioni tributarie.

Direzioni regionali e provinciali (dell'agenzia delle Entrate)
Strutture dell'agenzia delle Entrate (una per ciascuna delle regioni e delle province di Trento e Bolzano) che esercitano funzioni di programmazione, indirizzo, coordinamento e controllo nei confronti degli uffici. La loro articolazione interna varia in funzione delle dimensioni della regione.

Diritto di abitazione
È un diritto reale il cui oggetto è una casa (e ogni suo accessorio e pertinenza) che può essere abitata dal titolare del diritto, limitatamente ai suoi bisogni e a quelli della sua famiglia.

Diritto di interpello
Possibilità, concessa al contribuente, di chiedere il parere all'Amministrazione finanziaria prima di attuare un determinato comportamento, quando vi sono obiettive condizioni di incertezza circa l'applicazione della normativa tributaria.

Disaggio
E' la differenza negativa fra quanto incassa chi emette un titolo obbligazionario e il valore nominale dello stesso.

DIT (Dual Income Tax)
Sistema di tassazione del reddito d'impresa in base al quale la parte degli utili prodotti corrispondente alla remunerazione ordinaria del capitale investito veniva tassata con un'aliquota ridotta. Alla restante parte di profitti si applicava l'aliquota ordinaria.

Dividend washing
Operazioni di cessione di partecipazioni "utili compresi" che consentono la percezione di dividendi "travestiti" da plusvalenze.

Dividendo
E' la quota di utili generati da una società e distribuita agli azionisti.

Documento di trasporto
Documento che deve accompagnare il bene trasportato, a meno che non si provveda ad emettere fattura immediata. Il Ddt va emesso anche quando il bene non è trasportato per la vendita ma per fini diversi dal trasferimento della proprietà (lavorazione, deposito, comodato eccetera).

Domicilio fiscale
E' il luogo in cui la persona fisica ha la propria residenza Sinonimi: per le persone giuridiche, il domicilio fiscale è quello della sede legale, amministrativa o dove la società esercita la propria attività.

Doppia imposizione
È il fenomeno per cui il medesimo reddito viene tassato due volte. La duplicazione che avviene, normalmente, nei rapporti internazionali, viene eliminata sia attraverso strumenti di diritto interno (ad esempio, la concessione di un credito d'imposta) sia attraverso apposite Convenzioni contro le doppie imposizioni stipulate fra i singoli Paesi.

Drenaggio fiscale (fiscal drag)
Aumento della pressione tributaria per effetto dell'inflazione, pur in assenza di incrementi del reddito reale o delle aliquote.

E

Eccedenze d'imposta
(v. Credito d'imposta)

Elusione fiscale
Comportamento, privo di valide ragioni economiche, diretto ad aggirare obblighi o divieti previsti dall'ordinamento tributario e a ottenere riduzioni di imposta, altrimenti non dovute.

Entratel
Servizio telematico riservato, per la trasmissione telematica di dichiarazioni e atti, a contribuenti, società ed enti che devono presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770) per più di 20 soggetti, intermediari (professionisti del settore tributario, Caf e associazioni di categoria) per la presentazione telematica delle dichiarazioni, banche o poste per le proprie dichiarazioni e per quelle presentate dai contribuenti agli sportelli, società che trasmettono per conto delle società del gruppo cui fanno parte, Amministrazioni dello Stato, intermediari e soggetti delegati per la registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto immobili.

Equitalia
Società per azioni a totale capitale pubblico, i cui soci sono l'agenzia delle Entrate e l'Inps, che esercita l'attività di riscossione nazionale dei tributi.

Eredità giacente
È così definito il patrimonio del defunto nel periodo intercorrente fra l'apertura della successione e l'accettazione dei chiamati all'eredità.

Erogazioni liberali
In denaro o in natura, sono distribuzioni, oblazioni, elargizioni fatte con generosità e gratuità senza alcuno scopo e senza che per l'erogante vi possa essere alcun corrispettivo o beneficio direttamente o indirettamente collegato all'erogazione.

Esclusività
È il requisito prescritto per fare in modo che si realizzi la condizione di attività prestata all'estero, oggetto esclusivo di un rapporto di lavoro. Tale requisito, come peraltro quello della continuità, è espressamente indicato nella normativa che disciplina le retribuzioni convenzionali per i dipendenti esteri.

Esecuzione forzata
Procedimento coattivo attivato, per i tributi, dall'agente della riscossione a seguito della morosità del contribuente, e consistente nella vendita all'asta di beni di quest'ultimo per soddisfare il credito.

Esenzione fiscale
Particolare forma di agevolazione tributaria consistente nella sottrazione di determinate operazioni, o di determinati redditi o beni, alla tassazione.

Esercenti arti e professioni
Soggetti che esercitano per professione abituale una attività di lavoro autonomo.

Esportatore abituale
Status che il contribuente acquisisce quando le cessioni all'esportazione, le operazioni assimilate e quelle intracomunitarie rappresentino un ammontare superiore al 10% del volume d'affari dallo stesso realizzato nell'anno solare precedente oppure negli ultimi dodici mesi.

Esterovestizione
Fittizia localizzazione all'estero della residenza fiscale di una società che, al contrario, ha di fatto la sua attività e persegue il suo oggetto sociale in Italia.

Estimo (tariffe di)
Tariffe utilizzate dalla normativa fiscale per la determinazione dei redditi fondiari (di terreni e fabbricati). Sono previste dalla legge catastale e vengono stabilite per ciascuna categoria e classe di terreni e fabbricati.

Evasione fiscale
Comportamento attraverso il quale il contribuente si sottrae in tutto o in parte (evasione totale o parziale) al pagamento dei tributi.

F

F23
Modello da utilizzare presso banche, agenti della riscossione e uffici postali per tutti i versamenti in favore di enti esterni all'Amministrazione finanziaria (Comuni, uffici giudiziari eccetera) e per quelli relativi ad alcune imposte indirette (ad esempio, l'imposta di registro e le imposte ipotecarie e catastali).

F24
Modello da utilizzare presso banche, agenti della riscossione e uffici postali per il versamento e la compensazione della maggior parte delle imposte e dei contributi.

F24 cumulativo
È il nuovo servizio di pagamento on line riservato agli intermediari abilitati ad Entratel, che consente ai professionisti, alle associazioni di categoria e ai Caf di effettuare i versamenti delle imposte dei loro assistiti con addebito diretto sui conti correnti di questi ultimi.

Fabbricati rurali (Costruzioni rurali)
Fabbricati o porzioni di fabbricati (e relative pertinenze), destinati a edilizia abitativa, appartenenti al proprietario o all'affittuario (ma anche ad altri soggetti indicati dall'articolo 9 del decreto legge n. 557/1993) dei terreni cui servono e che soddisfano determinate condizioni. Il fabbricato in possesso dei requisiti di ruralità gode di una serie di benefici, relativi sia alle imposte dirette sia a quelle indirette.

Familiari a carico
Familiari del contribuente, in possesso di redditi propri non superiori a un determinato ammontare (che, attualmente, è fissato in 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili). Possono essere considerati fiscalmente a carico (se non è superato il limite di reddito) il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, i figli, anche se naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati, il coniuge legalmente ed effettivamente separato, i discendenti dei figli, i genitori e gli ascendenti prossimi, anche naturali, i genitori adottivi, i generi e le nuore, il suocero e la suocera, i fratelli e le sorelle, anche unilaterali.

Fattura
Documento che deve essere emesso dai soggetti passivi Iva quando effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi.

Fatturato
Somma dei ricavi derivanti dalle vendite e dalle prestazioni di servizi realizzate in un esercizio.

Favor rei
Principio in base al quale nessuno può essere assoggettato a una sanzione per un fatto che, secondo una legge posteriore, non costituisce più una violazione punibile. Nel caso, poi, in cui la legge in vigore al momento in cui è stata commessa la violazione e quelle posteriori stabiliscono sanzioni di entità diversa, si applica la legge più favorevole, salvo che il provvedimento di irrogazione sia divenuto definitivo.

Fermo amministrativo
Provvedimento cautelare diretto alla tutela dei crediti tributari, che può essere disposto dagli agenti della riscossione sui beni mobili registrati. Quando si tratta di automobili si parla anche, in linguaggio giornalistico, di "ganasce fiscali". In pratica, l'auto non può circolare e il titolare non ne può disporre.

Fideiussione
Contratto con il quale un soggetto (in genere una banca o una assicurazione) garantisce al creditore l'adempimento di una obbligazione assunta dal debitore. In materia tributaria, la fideiussione è richiesta frequentemente a garanzia di pagamenti dilazionati di imposte e di rimborsi Iva.

Fiscal drag
(v. Drenaggio fiscale)

Fisconline
Canale telematico che l'agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente per consentirgli di versare le imposte, presentare dichiarazioni, registrare contratti, consultare i dati riguardanti la propria situazione fiscale e svolgere altre operazioni fiscali, il tutto on line.

Flat tax
Sistema di tassazione del reddito non progressivo, caratterizzato da un numero limitato di aliquote (una o due al massimo).

Foreign tax credit
Credito consistente nella detrazione, dalle imposte dovute in Italia, di quelle pagate all'estero sui redditi ivi prodotti.

Fringe benefits
Beni e servizi concessi a favore di determinati dipendenti, costituenti una forma di retribuzione aggiuntiva Sinonimi: in genere, perseguono il fine di agevolare o incentivare i soggetti beneficiari nello svolgimento delle proprie mansioni. Sono esempi di fringe benefit, la concessione dell'auto o del cellulare in uso promiscuo, la concessione di prestiti a condizioni par

Frode carosello
Classico sistema di evasione dell'Iva. È denominata carosello in quanto si caratterizza per il fatto che tra il soggetto cedente comunitario e l'acquirente di un altro Paese dell'Unione europea si interpongono società, costituite fittiziamente, prive di autonomia e capacità gestionali.

Fusione triangolare
Si verifica quando agli azionisti della società "fusa" vengono assegnati titoli di una "collegata" della società incorporante.

G

Ganasce fiscali
(v. Fermo amministrativo)

Garante del contribuente
Organo collegiale, previsto dallo Statuto del contribuente, istituito presso ogni direzione regionale dell'agenzia delle Entrate (e presso le analoghe strutture delle province autonome di Trento e Bolzano), che ha il compito di tutelare il contribuente e difenderne i diritti.

GE.RI.CO.
Software mediante il quale è possibile conoscere i ricavi o i compensi presunti in base agli studi di settore. Il nome sta per GEstione dei RIcavi o COmpensi.

Gettito tributario
Ammontare complessivo delle entrate tributarie (imposte, tasse, contributi, tributi speciali) relativo a un determinato periodo di tempo.

Giudizio di ottemperanza
Procedura giudiziaria attivabile dal contribuente, tramite un apposito ricorso, per ottenere che venga data esecuzione a una sentenza a lui favorevole, divenuta definitiva.

H

Holding del 1929
Società la cui attività principale consiste nell'acquisizione e gestione di partecipazioni in società lussemburghesi o in società estere.

I

IAS
Sono i principi contabili internazionali, denominati appunto "International Accounting Standards" (IAS). Sono adottati dall'organismo internazionale di normalizzazione contabile, l'International Accounting Standards Board (IASB), con sede a Londra.

Ici (Imposta comunale sugli immobili)
Imposta, il cui gettito va ai Comuni, che colpisce fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli. Tenuti al pagamento dell'Ici sono, anche se non risiedono nel territorio dello Stato, il proprietario dell'immobile ovvero il titolare del diritto reale di usufrutto, uso o abitazione sullo stesso.

Illecito tributario
Qualunque fatto o comportamento dal quale l'ordinamento fiscale fa derivare come conseguenza una sanzione.

Immobili
Termine con il quale ci si riferisce a fabbricati e terreni

Immobili inagibili
Fabbricati per i quali è stata accertata, dagli organi comunali o da eventuali altri organi competenti, l'inagibilità per degrado fisico o per obsolescenza funzionale, strutturale e tecnologica, non superabile con interventi di manutenzione. Al fabbricato è attribuita una nuova rendita.

Immobili merce
Immobili non strumentali, alla cui produzione o al cui scambio è diretta l'attività dell'impresa

Immobili patrimoniali
Categoria residuale che comprende gli immobili appartenenti all'impresa diversi da quelli strumentali e da quelli merce.

Immobili strumentali
Sono gli immobili utilizzati esclusivamente per l'esercizio dell'impresa commerciale da parte del possessore (strumentali per destinazione), quelli che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni, ancorché non utilizzati ovvero dati in locazione o comodato (strumentali per natura), quelli concessi in uso ai dipendenti che, per esigenze di lavoro, abbiano trasferito la loro residenza anagrafica nel Comune in cui prestano la loro attività (strumentalità pro tempore, limitata a un massimo di tre periodi d'imposta).

Importazione
Acquisto di beni da Paesi o Territori extra UE e introduzione degli stessi in Italia, da chiunque effettuata (aziende, professionisti e privati).

Imposta
Parte di ricchezza privata che lo Stato, le Regioni e gli enti locali prelevano coattivamente per far fronte alle spese necessarie al loro mantenimento e per soddisfare i bisogni pubblici. Dal punto di vista giuridico, l'imposta è un'obbligazione che nasce dalla legge e che ha come caratteri essenziali la coattività e la mancanza di una controprestazione diretta dello Stato.

Imposta accertata
Debito tributario determinato in seguito ad accertamento.

Imposta di bollo
(v. Bollo)

Imposta di fabbricazione e consumo
(v. Accise)

Imposta di registro
Imposta indiretta che colpisce i trasferimenti di ricchezza e il cui presupposto è costituito dalla registrazione dell'atto o del negozio.

Imposta lorda
Importo che si ottiene applicando ai singoli scaglioni di reddito imponibile ai fini Irpef le rispettive aliquote.

Imposta netta
Importo che si ottiene sottraendo dall'imposta sul reddito lorda le detrazioni previste.

Imposta personale
Tributo che colpisce la ricchezza in quanto appartenente a una determinata persona. Tipico esempio di imposta personale è l'Irpef.

Imposta provinciale di trascrizione (I.P.T.)
Prelievo sulle formalità di trascrizione, iscrizione e annotazione dei veicoli richieste al Pubblico registro automobilistico (Pra), di pertinenza delle province. È rapportato al tipo e alla potenza dei veicoli.

Imposta reale
Sinonimi: Imposta che colpisce redditi e patrimoni, senza considerare la condizione del contribuente. Tipico esempio di imposta reale è l'Ici.

Imposta sostitutiva
Prelievo che sostituisce l'imposta normalmente applicabile a una fattispecie.

Imposta sulle successioni e donazioni
Imposta che colpisce i trasferimenti per causa di morte (successioni) o a titolo gratuito (donazioni).

Imposte anticipate
Imposte pagate nell'esercizio corrente ma di competenza di esercizi futuri. Derivano, considerata la non coincidenza fra reddito civilistico e reddito fiscale, dalle "variazioni in aumento" effettuate in sede di dichiarazione dei redditi.

Imposte correnti
Imposte dovute per l'esercizio al quale si riferisce il bilancio.

Imposte differite
Imposte esigibili negli esercizi futuri ma di competenza dell'esercizio corrente. Derivano, considerata la non coincidenza fra reddito civilistico e reddito fiscale, dalle "variazioni in diminuzione" effettuate in sede di dichiarazione dei redditi.

Imposte dirette
Tributi che colpiscono manifestazioni immediate di capacità contributiva, vale a dire il reddito e il patrimonio per il semplice fatto che esistono, indipendentemente dall'uso che se ne fa. Esempi di imposte dirette sono l'Irpef, l'Ires e l'Irap.

Imposte indirette
Tributi che colpiscono manifestazioni mediate di capacità contributiva, quindi il reddito quando viene destinato al consumo e il patrimonio quando viene trasferito. Esempi di imposte indirette sono l'Iva, l'imposta di registro, il Bollo, le imposte ipotecaria e catastale.

Imposte ipotecaria e catastale
Tributi applicati in occasione delle formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione, cancellazione e annotazione, eseguite nei pubblici registri immobiliari.

Imprenditore
Soggetto che esercita l'attività d'impresa.

Imprenditore (piccolo)
Coltivatore diretto del fondo, artigiano, piccolo commerciante e colui che esercita un'attività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia.

Impresa
Esercizio professionale di un'attività economica organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni o servizi.

Impresa familiare
L'impresa a cui collaborano il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo.

Incentivo fiscale
Agevolazione consistente nell'esenzione dal pagamento di determinati tributi o nella riduzione del loro ammontare.

Indagine finanziaria
Accertamento condotto sui conti, bancari e postali, del contribuente e, più in generale, sulla sua situazione finanziaria complessiva.

Indennità di esproprio
Somme percepite dal contribuente per effetto di procedimenti espropriativi a carico di suoi beni.

Indennità di fine rapporto (Tfr)
Emolumenti percepiti dal lavoratore dipendente a seguito della cessazione del rapporto di lavoro subordinato, in misura proporzionale alla retribuzione annuale e alla durata del rapporto.

Interessi moratori
Somme che si aggiungono all'importo dovuto quando si paga in ritardo.

Interessi passivi
Costo del denaro preso a prestito.

Intermediari (del servizio telematico)
Soggetti e organismi autorizzati (commercialisti, centri di assistenza fiscale, banche, uffici postali) che si incaricano di trasmettere all'Amministrazione finanziaria dello Stato la dichiarazione dei redditi dei contribuenti.

Interpello
(v. Diritto d'interpello)

Interposizione
Nell'ambito delle imposte sui redditi, si verifica quando chi possiede il reddito non è colui che all'esterno appare esserne il titolare. Può essere "fittizia" (il reddito appare all'esterno posseduto da un contribuente, ma difatti è posseduto da un altro) o "reale" (il reddito è effettivamente posseduto da un contribuente, il quale è, però, concretamente o potenzialmente obbligato a trasferirlo a un altro).

Intrastat
Sistema di rilevazione dei dati statistici fiscali riguardanti lo scambio di merci tra i Paesi membri dell'Unione europea. Prevede l'obbligo, a carico dei soggetti Iva che effettuano operazioni di acquisto o cessione di merci con i soggetti Iva residenti in altri Stati membri dell'Unione, di presentare un elenco riepilogativo periodico (modello Intra) degli acquisti e delle cessioni.

Inversione contabile
(v. Reverse charge)

Investitori istituzionali
Enti che hanno come oggetto della propria attività l'effettuazione e la gestione di investimenti per conto proprio o di terzi.

Irap (Imposta regionale sulle attività produttive)
Tributo, il cui gettito è attribuito alle Regioni, che ha come presupposto impositivo l'esercizio abituale, nel territorio delle regioni, di attività autonomamente organizzate dirette alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi.

Ires (Imposta sui redditi delle società)
Imposta diretta proporzionale che colpisce, con diverse modalità di determinazione, i redditi delle società di capitali residenti, delle società europee, delle società cooperative europee, degli enti pubblici e privati residenti, dei trust, delle società di ogni tipo non residenti. Dal 1° gennaio 2004 ha sostituito l'Irpeg.

Iride
E' il nome del progetto avviato nel 2004 dall'agenzia delle Entrate e finalizzato all'assunzione e all'inserimento di giovani laureati. Il progetto prevede un programma di accoglienza e inserimento unitamente a un percorso di formazione teorico-pratica, distinto per aree di attività, nel corso del quale il funzionario viene valutato sulla base di un sistema di analisi della prestazione e dei comportamenti, fondato sul modello delle competenze dell'Agenzia.

Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche)
Imposta personale e progressiva che colpisce i redditi, di qualsiasi natura, posseduti dalle persone fisiche, residenti e non nel territorio dello Stato. Mentre per i primi a essere tassati sono tutti i redditi, ovunque prodotti, i non residenti sono soggetti passivi solo per i redditi prodotti in Italia.

Iscrizione a ruolo
Inserimento di un contribuente negli elenchi dei debitori dell'erario per tributi e accessori relativi a un periodo di imposta. L'iscrizione a ruolo dà l'avvio alle procedure che devono essere messe in atto dagli agenti per la riscossione delle somme dovute.

Ispezione
Potere riconosciuto all'Amministrazione finanziaria di accedere presso il contribuente al fine di controllare l'osservanza degli obblighi formali e sostanziali posti a suo carico, attraverso l'esame delle scritture contabili, dei libri sociali e della relativa documentazione.

Iva (Imposta sul valore aggiunto)
Tributo che si applica sulle cessioni di beni e sulle prestazioni di servizi effettuate nel territorio dello Stato nell'esercizio di imprese, arti e professioni, nonché sulle importazioni da chiunque effettuate.

L

Lavoro autonomo
Esercizio abituale di arti e professioni.

Leasing
Contratto col quale un soggetto cede a un altro il godimento di un bene contro il versamento di un canone periodico, per un determinato lasso di tempo. Al termine di tale periodo, chi ha ricevuto il bene in godimento può restituirlo, acquistarlo in proprietà (cosiddetto riscatto) oppure continuare nel godimento previa revisione dei canoni.

Libri contabili
Scritture che devono obbligatoriamente tenere tutti i soggetti che svolgono attività economiche fiscalmente rilevanti, salvo i casi di esonero espressamente previsti.

Licenza fiscale d'esercizio
Autorizzazione necessaria per l'esercizio di un'attività commerciale nel settore di prodotti soggetti ad accise, quali liquori, profumeria, vino, birra, alcool. Si ottiene presentando domanda all'ufficio tecnico di finanza (agenzia delle Dogane) del capoluogo della sede ove si intende svolgere l'attività.

 

Liquidazione dell'imposta
Attività svolta dagli uffici dell'agenzia delle Entrate per determinare l'imposta dovuta dal contribuente.

Liquidazione della dichiarazione
Attività di controllo delle dichiarazioni dei redditi svolta in via automatica dal sistema informativo dell'agenzia delle Entrate.

Liquidazione Iva
Determinazione dell'imposta dovuta per il periodo di riferimento (mese o trimestre) che si ottiene detraendo l'Iva sugli acquisti, per i quali è ammessa la detrazione, dall'Iva sulle vendite imponibili.

Liste selettive
Elenchi di contribuenti scelti, in base a particolari criteri e indici di pericolosità fiscale, dall'Amministrazione finanziaria per essere sottoposti al controllo.

Locatario
Chi riceve un bene in locazione, dietro corrispettivo.

Locatore
Chi dà un bene in locazione.

Locazione
Contratto con cui il locatore dà in godimento al conduttore (locatario) un bene in cambio di un corrispettivo periodico, detto canone.

Lock-up period
Periodo di tempo nel corso del quale è fatto esplicito divieto agli azionisti di vendere le azioni in proprio possesso.

M

Margine (regime del)
Regime speciale di determinazione dell'Iva applicabile in determinati settori di attività (ad esempio, la cessione di beni usati o di oggetti d'arte). Nel suo ambito, l'imposta si calcola sulla differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto, maggiorato dei costi accessori e di riparazione.

Maximin
Politica che consente all'impresa di raggiungere il più favorevole tra i prevedibili risultati negativi. Si tratta di una strategia elaborata nel contesto della tecnica meglio conosciuta come "teoria dei giochi". Raggiungendo il massiminimo (da cui maximin), l'impresa sceglie di massimizzare il peggior livello di guadagno.

Messo notificatore
Persona che provvede alla notifica – in luogo della spedizione a mezzo posta – degli avvisi e degli altri atti che devono essere comunicati al contribuente. Può essere un messo speciale dell'ufficio, dell'agente o un messo comunale. Speciali modalità di notifica sono previste per le cartelle di pagamento e per gli atti giudiziari (ricorsi, sentenze eccetera).

Metodo del credito ordinario
Metodo alternativo a quello del credito pieno. Con il metodo del credito ordinario l'importo massimo di credito riconosciuto è uguale all'imposta dovuta nello Stato di residenza sul reddito prodotto all'estero.

 

Metodo del credito pieno
Metodo utilizzato nel modello di Convenzione Ocse per evitare duplicazioni di tassazione sullo stesso reddito da parte dello Stato di residenza. Con il metodo del credito pieno la detrazione dell'imposta dovuta nello Stato di residenza è pari all'ammontare complessivo dell'imposta pagata nell'altro Stato.

Metodo dell'esenzione con progressione
Metodo utilizzato nel modello di Convenzione Ocse per evitare duplicazioni di tassazione sullo stesso reddito da parte dello Stato di residenza. Con questo metodo il reddito estero, anziché essere escluso del tutto dalla base imponibile, viene considerato nell'ambito del reddito complessivo soltanto per determinare l'aliquota applicabile.

Metodo della deduzione
Metodo utilizzato da alcuni Stati per evitare duplicazioni di tassazione sullo stesso reddito da parte dello Stato di residenza, in alternativa a quello del credito e dell'esenzione. In questo caso, le imposte pagate all'estero sono considerate come spese inerenti alla produzione del reddito ed è consentito dedurle dal reddito imponibile.

Metodologie di controllo
Indicazioni dettagliate dei diversi controlli che gli operatori dell'agenzia delle Entrate devono compiere nelle verifiche, a seconda dell'attività svolta dal contribuente.

Minimi
(v. Regime dei contribuenti "minimi")

Minusvalenza
Perdita che si realizza quando nella cessione di un bene o di una partecipazione il prezzo pagato dall'acquirente è inferiore al valore residuo del bene (valore di acquisto al netto del fondo ammortamento) o al valore di acquisto della partecipazione.

Misuratori fiscali
Registratori di cassa, terminali elettronici e bilance elettroniche, abilitati al rilascio di apposito scontrino fiscale per le cessioni di beni nei locali aperti al pubblico o per la somministrazione di alimenti e bevande in pubblici servizi.

Modelli di versamento
Moduli che consentono al contribuente di versare le imposte dovute (v. anche F23, F24).

Modello 730
Modello per la dichiarazione dei redditi, utilizzabile da pensionati o lavoratori dipendenti, soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente, soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca, sacerdoti della Chiesa cattolica, giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive, soggetti impegnati in lavori socialmente utili.

Modello 770
Modello utilizzato per il riepilogo delle ritenute fiscali operate sulle somme (compensi, stipendi, dividendi eccetera) erogate.

Modello Unico
Modello dichiarativo che deve essere utilizzato da società di persone, società di capitali, enti non commerciali e persone fisiche, tenute alla presentazione di almeno due delle seguenti dichiarazioni: dei redditi, dell'Iva, dell'Irap.

 

Momento impositivo
Ai fini dell'Iva, è il momento in cui giuridicamente sorge il debito d'imposta.

Motivazione dell'accertamento
Esposizione delle ragioni di fatto e di diritto che giustificano l'avviso di accertamento.

Mutual Agreement Procedure
E' la procedura utilizzata dalle Amministrazioni finanziarie per risolvere le controversie in merito all'applicazione delle Convenzioni contro la doppia imposizione.

Mutuo ipotecario
Finanziamento concesso dalle banche garantito da ipoteca su beni immobili di proprietà del debitore.

N

Neutralità fiscale
Caratteristica di un singolo tributo o di un sistema fiscale che sia in grado di non influenzare, modificandoli, decisioni e comportamenti dei contribuenti (siano essi persone fisiche o persone giuridiche) e, quindi, di riflesso, di non incidere sull'attività economico-produttiva.

Nota di accredito
Documento, avente la stessa forma della fattura, emesso dal cedente per effettuare una variazione in diminuzione (quindi, a favore dell'acquirente) in seguito al riscontro di inesattezze o di operazioni inesistenti nella fattura originaria.

Notifica
Attività con la quale gli atti (avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ricorsi, sentenze eccetera) sono portati a conoscenza dei destinatari.

Nuda proprietà
È il diritto che rimane al proprietario di un bene quando un altro soggetto ne ha l'usufrutto. Allo scadere dell'usufrutto si ricostituisce automaticamente la piena proprietà.

O

Omesso versamento
Pagamento di imposta non effettuato, in tutto o in parte, alla scadenza stabilita.

Omocodia
Si verifica quando due o più soggetti hanno dati anagrafici che generano lo stesso codice fiscale. Codice fiscale che, nel caso, sarà differenziato effettuando, nell'ambito dei sette caratteri numerici in esso contenuti, sistematiche sostituzioni di una o più cifre.

Oneri accessori
Spese che si aggiungono a una principale. Ad esempio, nella stipula di un mutuo sono oneri accessori le commissioni bancarie.

Oneri deducibili
Spese che la legge consente di dedurre dalla base imponibile. Nell'Irpef, ad esempio, sono oneri deducibili dal reddito complessivo lordo i contributi previdenziali e assistenziali versati in ottemperanza di disposizioni legislative, le erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose, le spese mediche e di assistenza specifica per i portatori di handicap eccetera.

Oneri detraibili
Spese che la legge consente di detrarre dall'imposta lorda. Nell'ambito Irpef, rappresentano oneri detraibili, con limiti ben definiti, le spese mediche, gli interessi passivi sui mutui ipotecari per l'abitazione principale, le spese funebri eccetera.

Onlus (Organizzazioni non lucrative di utilità sociale)
Associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti che svolgono attività in determinati settori di "utilità sociale" (ad esempio, assistenza sociale e socio-sanitaria, assistenza sanitaria, beneficenza, istruzione, formazione eccetera) in favore di soggetti svantaggiati.

Operazioni escluse
Sono operazioni estranee dal campo d'applicazione dell'Iva, in quanto prive del requisito oggettivo, soggettivo o territoriale.

Operazioni esenti
Sono operazioni che la norma non assoggetta a Iva per ragioni di opportunità economica e sociale (si pensi, ad esempio, alle prestazioni sanitarie o educative). A differenza di quelle escluse, sono comunque soggette agli obblighi di fatturazione, registrazione e dichiarazione.

Operazioni imponibili
Operazioni soggette a una determinata imposta. In generale, il riferimento più comune è alle operazioni imponibili ai fini Iva.

Operazioni inesistenti
Cessioni di beni o prestazioni di servizi non realmente effettuate (o intervenute fra soggetti diversi da quelli risultanti formalmente) per le quali è comunque emessa fattura allo scopo di permettere l'indebita detrazione dell'Iva e/o del costo.

Operazioni non imponibili
Sono le operazioni per le quali manca il requisito della territorialità (esportazioni). Sono comunque soggette agli adempimenti formali prescritti in materia di Iva (fatturazione, registrazione e dichiarazione).

P

 


Paradiso fiscale
Stato o Territorio con regime fiscale privilegiato, caratterizzato da bassi o addirittura nulli livelli di tassazione.

 

Parafatura
Una delle fasi fondamentali che caratterizza l'elaborazione di un trattato contro le doppie imposizioni. In particolare, la parafatura è l'operazione di stesura del trattato finale che viene siglato dai capi delegazione e precede la firma da parte del ministro dell'Economia e delle Finanze e la successiva ratifica da parte del Parlamento.

 

Parametri
Strumento presuntivo di accertamento che si applica nei confronti di determinati soggetti (titolari di reddito di impresa o di lavoro autonomo), in base al quale, partendo dalla rilevazione di determinati dati contabili concernenti l'attività, si determina, mediante una formula matematica, l'ammontare dei ricavi "presunti".

Partecipazione
Quota del capitale di una società (azioni, quote eccetera).

Partecipazione di collegamento
(v. Società collegata)

Partecipazione di controllo
(v. Società controllata)


Partecipazione qualificata
Si definisce tale la partecipazione che, alternativamente, attribuisce una percentuale di diritti di voto esercitabili nell'assemblea ordinaria superiore al 20%, ovvero una partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 25%. Nel caso di titoli negoziati in mercati regolamentati, le predette percentuali sono rispettivamente del 2 e del 5 per cento.

Partita Iva
Sequenza di 11 numeri, rilasciata dall'agenzia delle Entrate, che identifica in maniera univoca i soggetti che esercitano un'attività rilevante ai fini Iva.

Pensioni estere
Trattamenti corrisposti da un ente pubblico o privato di uno Stato estero, a seguito di lavoro prestato in quello Stato, a un residente in Italia.

Perdite
(v. Utile

 

Periodo d'imposta
Periodo di riferimento per la determinazione del tributo.

Persone a carico
(v. Familiari a carico)

Pertinenza
Terreni, fabbricati o parti di fabbricati (giardini, cortili, vialetti di accesso, box, cantine eccetera) destinati ed effettivamente utilizzati in modo durevole al servizio di un altro immobile.

Plafond
Importo limite di acquisti che gli esportatori abituali possono effettuare senza corrispondere l'Iva al fornitore.

Plusvalenza
Provento derivante dalla cessione di determinati beni a un prezzo superiore a quello di acquisto. Nell'ambito del reddito d'impresa è l'utile che si realizza quando nella cessione di un bene o di una partecipazione il prezzo pagato dall'acquirente è superiore al valore residuo del bene (valore di acquisto al netto del fondo ammortamento) o al valore di acquisto della partecipazione.

Preavviso telematico
Comunicazione che l'agenzia delle Entrate invia all'intermediario che ha trasmesso telematicamente la dichiarazione di un proprio cliente, nel caso in cui dalla liquidazione della stessa emerga un'anomalia, un errore o un omesso versamento.

Prescrizione
Estinzione del diritto per mancato esercizio dello stesso da parte del titolare per il tempo determinato dalla legge.

Presunzione di acquisto
Principio in base al quale (ai fini dell'Iva e delle Imposte sui redditi) si considerano acquistati i beni che si trovano in uno dei luoghi in cui il contribuente svolge la propria attività. È ammessa, a determinate condizioni, la prova contraria.

Presunzione di cessione
Principio in base al quale (ai fini dell'Iva e delle Imposte sui redditi) si considerano ceduti i beni acquistati, importati o prodotti, che non si trovano nei luoghi in cui il contribuente svolge la propria attività, né in quelli dei suoi rappresentanti. È ammessa, a determinate condizioni, la prova contraria.

Presupposto d'imposta
E' il fatto economico, o fattispecie imponibile, al cui verificarsi scattano obblighi tributari, formali e sostanziali. Per l'Irpef e l'Ires, ad esempio, presupposto d'imposta è il possesso di redditi, in denaro o in natura.

Principio di cassa e di competenza
(v. Criterio di cassa e di competenza)

Processo tributario
Procedimento che si svolge dinanzi ai giudici tributari (Commissioni tributarie, provinciali e regionali) cui è assegnata la competenza su tutte le controversie aventi a oggetto i tributi di ogni genere e specie comunque denominati, compresi quelli regionali, provinciali e comunali e il contributo per il Servizio sanitario nazionale, nonchè le sovrimposte e le addizionali, le sanzioni amministrative, comunque irrogate da uffici finanziari, gli interessi e ogni altro accessorio.

Processo verbale di constatazione
Atto compilato dai funzionari incaricati del controllo tributario nel corso e a conclusione di verifiche, ispezioni e accessi effettuati presso il contribuente. Nel Pvc - che è un atto non impugnabile autonomamente - vengono fatte rilevare le irregolarità commesse dal contribuente negli adempimenti degli obblighi fiscali e le violazioni di legge riscontrate, nonché le osservazioni e i rilievi del contribuente e del professionista che eventualmente lo assiste. Sulla base del Pvc - di cui viene rilasciata copia al contribuente - l'ufficio competente può emettere l'avviso di accertamento per il recupero delle imposte evase e per l'irrogazione delle conseguenti sanzioni.

Proventi sostitutivi
Somme percepite in sostituzione di redditi, per effetto della cessione dei relativi crediti, ovvero a titolo di risarcimento di danni. Ai fini Irpef, i proventi sostitutivi costituiscono redditi della stessa categoria di quelli sostituiti o perduti.

Q

Questionari
Strumenti istruttori con cui gli uffici richiedono ai contribuenti dati notizie di carattere specifico rilevanti ai fini dell'accertamento nei loro confronti nonché nei confronti di altri contribuenti con i quali abbiano intrattenuto rapporti.

Questionari (Studi di settore)
Strumento con cui sono raccolti i dati relativi a ciascuna attività economica al fine dell'elaborazione del relativo studio di settore.

R

Rateazione
Possibilità concessa al contribuente, in determinate circostanze e a determinate condizioni, di estinguere il suo debito tributario effettuando il pagamento non in un'unica soluzione ma a rate. Tipica è la rateazione che può essere richiesta all'agente della riscossione per il pagamento delle imposte iscritte a ruolo.

Ravvedimento operoso
Possibilità di regolarizzare, entro termini ben fissati e con l'applicazione di sanzioni ridotte, le omissioni o le irregolarità commesse sia nella compilazione e nella presentazione dei modelli dichiarativi, sia nel pagamento dei tributi. Condizione essenziale per usufruire del beneficio è che le violazioni oggetto della regolarizzazione non siano state già constatate e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività di accertamento.

Reati prodromici
Comportamenti criminosi dai quali si possono ravvisare i segnali di una successiva evasione.

Reati tributari
Violazioni consistenti generalmente nella mancata o tardiva esecuzione degli adempimenti fiscali. Con il decreto legislativo 74/2000 il legislatore ha riformato la disciplina dei reati tributari, concentrando il potere sanzionatorio penale sulle fattispecie effettivamente lesive dell'interesse fiscale o erariale (interesse alla riscossione delle imposte).
 

Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente
Entrate di natura eterogenea, assimilate dal punto di vista fiscale ai redditi da lavoro dipendente. Esempi della categoria in questione sono le borse di studio o di formazione professionale e le indennità per pubbliche funzioni.
 

Redditi d'impresa
È una delle sei categorie in cui sono classificati i redditi. Sono quelli che derivano dall'esercizio, abituale ancorché non esclusivo, dell'attività d'impresa.

Redditi di capitale
È una delle sei categorie in cui sono classificati i redditi. Rientrano fra i redditi di capitale i frutti dell'impiego dei capitali. In generale è possibile suddividere le fonti di redditi di capitale in due categorie: interessi e altri proventi derivanti da mutui e da altri rapporti di finanziamento, proventi derivanti dalla partecipazione in società ed enti soggetti a Ires.

Redditi di lavoro autonomo
È una delle sei categorie in cui sono classificati i redditi. Deriva dall'esercizio abituale, ancorché non esclusivo, di arti e professioni. Sono, inoltre, considerati redditi di lavoro autonomo altri proventi, quali, ad esempio, quelli derivanti dalla utilizzazione economica, da parte dell'autore o inventore, di opere dell'ingegno, di brevetti industriali e di processi, formule o informazioni relativi a esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico.

Redditi di lavoro dipendente
È una delle sei categorie in cui sono classificati i redditi. Derivano da rapporti aventi per oggetto la prestazione di lavoro, con qualsiasi qualifica, alle dipendenze e sotto la direzione di altri, compreso il lavoro a domicilio quando è considerato lavoro dipendente secondo le norme della legislazione sul lavoro.

Redditi diversi
È una delle sei categorie in cui sono classificati i redditi. Ha carattere eterogeneo e comprende tutta una serie di proventi "se non costituiscono redditi di capitale ovvero se non sono conseguiti nell'esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali o da società in nome collettivo e in accomandita semplice, né in relazione alla qualità di lavoratore dipendente". Esempi di redditi diversi sono le plusvalenze realizzate mediante la lottizzazione di terreni, o l'esecuzione di opere intese a renderli edificabili, e la successiva vendita, anche parziale, dei terreni e degli edifici, i redditi di natura fondiaria non determinabili catastalmente o quelli degli immobili situati all'estero.

Reddito
Insieme delle entrate conseguite da un soggetto in un determinato periodo di tempo - in genere coincidente con l'anno solare - a seguito dell'esercizio di un'attività, del godimento di un bene o dell'effettuazione di una operazione.

Reddito agrario
Rientra fra i redditi fondiari. È quello attribuito ai fini fiscali a chi (proprietario, affittuario eccetera) utilizza un terreno agricolo. È determinato dal catasto in misura fissa, in base al tipo di terreno e di coltura.

Reddito complessivo
Somma dei redditi posseduti dal contribuente in un periodo d'imposta. I redditi sono calcolati distintamente per ciascuna categoria d'appartenenza (fondiari, di capitale, di lavoro dipendente, di lavoro autonomo, di impresa, diversi). Concorrono alla determinazione del reddito complessivo, con segno negativo, anche eventuali perdite derivanti dall'esercizio di imprese commerciali o dall'attività di lavoro autonomo. Sottraendo dal reddito complessivo le deduzioni si ottiene il reddito imponibile.

Reddito dei fabbricati
Rientra fra i redditi fondiari. È costituito dal reddito medio ordinario ritraibile da ciascuna unità immobiliare urbana, vale a dire dai fabbricati e dalle altre costruzioni stabili o da loro porzioni suscettibili di reddito autonomo. È determinato catastalmente, a meno che l'immobile non sia locato.

Reddito dominicale
Rientra fra i redditi fondiari. È la remunerazione della proprietà del terreno, in quanto tale, a prescindere dalle coltivazioni effettuate. Anche il reddito dominicale, come il reddito agrario, viene determinato su base catastale, mediante l'applicazione delle tariffe d'estimo.

Reddito imponibile
(v. Imponibile)

Redditometro
(v. Accertamento sintetico)

Regime dei contribuenti "minimi"
Regime fiscale agevolato riservato ai "contribuenti minimi", cioè alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato esercenti attività d'impresa o arti e professioni, che nell'anno solare precedente hanno conseguito ricavi o compensi in misura non superiore a 30mila euro. Per questi, al verificarsi di altre condizioni prescritte dalla norma, è prevista, insieme a una significativa riduzione delle procedure e degli adempimenti, l'applicazione di un'imposta con un'aliquota del 20%, sostitutiva dell'Irpef, dell'Irap e dell'Iva.

Registrazione (atti e contratti)
Formalità consistente nell'annotazione in pubblici registri degli elementi essenziali di un atto scritto, di un contratto verbale o scritto, al fine dell'acquisizione della data certa agli effetti civilistici. A seconda del termine prescritto per la loro registrazione, si hanno "atti da registrare in termine fisso" (che devono essere registrati obbligatoriamente entro il termine di 20 o 30 giorni) e "atti da registrare in caso d'uso" (cioè quelli che vanno registrati solo quando vengono depositati presso le cancellerie giudiziarie per l'esplicazione di attività amministrative, o presso le amministrazioni dello Stato, o degli enti territoriali e i rispettivi organi di controllo).

Reit
Acronimo di Real estate investment trust ovvero società immobiliari che godono dell'esenzione dall'imposta sulle società al soddisfacimento di alcuni requisiti tra cui la distribuzione esclusiva degli utili ai propri azionisti. Il 26 settembre 2006 il ministero delle Finanze della Germania ha presentato al Parlamento un progetto di legge finalizzato proprio all'introduzione, nell'ordinamento tributario, dei Reit.

Rendita catastale
È il valore ai fini fiscali attribuito agli immobili in base alle tariffe d'estimo. Gli uffici del Territorio determinano le tariffe d'estimo tenendo conto del Comune, della zona censuaria, della categoria e della classe. Le tabelle delle tariffe d'estimo sono consultabili presso gli uffici dell'agenzia del Territorio (ex uffici catastali). La rendita catastale si ottiene moltiplicando la tariffa per la consistenza dell'immobile (vani, mq o mc).

Rendite finanziarie
Sono redditi di capitale oppure redditi diversi di natura finanziaria.

Residenza fiscale
E' l'elemento fondamentale per determinare il regime impositivo del soggetto, persona fisica o giuridica. Ai fini delle imposte sui redditi, si considerano residenti le persone che per la maggior parte del periodo d'imposta sono iscritte nelle anagrafi della popolazione residente o hanno nel territorio dello Stato il domicilio o la residenza ai sensi del codice civile. Si considerano altresì, residenti, salvo prova contraria, i cittadini italiani cancellati dalle anagrafi della popolazione residente e trasferiti in paradisi fiscali. Per quanto riguarda le persone giuridiche, si considerano residenti le società e gli enti che per la maggior parte del periodo di imposta hanno la sede legale o la sede dell'amministrazione o l'oggetto principale nel territorio dello Stato. Si considerano altresì residenti nel territorio dello Stato, salvo prova contraria, i trust e gli istituti aventi analogo contenuto istituiti in paradisi fiscali, in cui almeno uno dei disponenti e almeno uno dei beneficiari del trust siano fiscalmente residenti nel territorio dello Stato italiano. Residenti si considerano anche i trust istituiti in un paradiso fiscale quando, successivamente alla loro costituzione, un soggetto residente in Italia effettui in loro favore un'attribuzione che comporti il trasferimento di proprietà di beni immobili o la costituzione o il trasferimento di diritti reali immobiliari, anche per quote, nonché vincoli

Responsabile d'imposta
Soggetto che risponde del pagamento del tributo insieme con il contribuente (obbligato principale). A differenza del sostituto di imposta che è obbligato al pagamento in luogo del contribuente, il responsabile è obbligato solidalmente con il contribuente e vanta nei confronti di quest'ultimo il diritto di rivalsa per l'intera somma pagata. Figure tipiche di responsabile di imposta sono, ad esempio, il notaio che ha redatto l'atto o ne ha autenticato le firme, per l'imposta di registro Sinonimi: i pubblici ufficiali che hanno ricevuto o autenticato l'atto soggetto a trascrizione, per le imposte ipotecarie, lo spedizioniere doganale, per il pagamento di tributi inutilmente richiesti con procedura esecutiva al proprietario delle merci.

Responsabilità solidale
(v. Solidarietà tributaria)

Reverse charge
(in italiano "inversione contabile") Meccanismo in base al quale è il cessionario o committente del bene o servizio, che riceve la fattura emessa dal cedente o dal prestatore senza addebito dell'Iva, a integrare poi il documento con l'aliquota applicabile e la relativa imposta. La fattura sarà poi annotata sia nel registro delle fatture emesse o dei corrispettivi sia nel registro degli acquisti.


Ricavi
Corrispettivi per la cessione di beni o la prestazione di servizi, che caratterizzano l'attività d'impresa.

Ricevuta fiscale
Documento che deve essere rilasciato da alcune categorie di operatori (ad esempio, estetisti, parrucchieri, alberghi) che effettuano operazioni per le quali non sia obbligatoria l'emissione della fattura.

Ricorso
Atto indirizzato alle Commissioni tributarie, mediante il quale il contribuente si oppone ai provvedimenti dall'Amministrazione finanziaria.

Rimborso
Restituzione da parte dell'Erario di quanto versato in più dal contribuente.

Riserve
Accantonamenti di quote di utili (ad esempio, la riserva legale) o di patrimonio netto (ad esempio, la riserva sovrapprezzo azioni) di cui costituiscono un accrescimento. La legge fiscale prevede alcune riserve in sospensione di imposta, che vengono tassate al verificarsi dell'evento futuro (distribuzione ai soci).

Riserve in sospensione d'imposta
Riserve costituite da proventi tassati, per effetto di specifiche norme, solo al verificarsi di determinati presupposti ben individuati (ad esempio, la loro distribuzione ai soci o la loro eliminazione dal patrimonio netto).

Risparmio amministrato
Regime di tassazione in materia di capital gain, in base al quale il soggetto a cui sono stati affidati in custodia o in amministrazione i titoli (ad esempio, banche, Sim, fiduciarie, agenti di cambio eccetera) calcola e paga le imposte, fungendo da sostituto d'imposta, al momento del realizzo.

Risparmio gestito
Regime di tassazione in materia di capital gain, in base al quale il gestore del patrimonio (ad esempio, banche, Sim, fiduciarie, agenti di cambio eccetera) calcola e paga le imposte applicabili al "maturato", e quindi non effettivamente realizzato, nel periodo d'imposta.

Ritenuta alla fonte a titolo d'acconto
Somma sottratta dal reddito a opera di chi lo eroga (il sostituto d'imposta), che rappresenta (diversamente dalla ritenuta a titolo di imposta) una parte dell'imposta totale dovuta. Al momento della dichiarazione, il contribuente (sostituito) deve inserire fra i suoi redditi quelli che sono già stati assoggettati alle ritenute d'acconto, scomputando queste dall'imposta dovuta.

Ritenuta alla fonte a titolo d'imposta
Somma sottratta dal reddito a opera di chi lo eroga (sostituto d'imposta) e che rappresenta (diversamente dalla ritenuta a titolo di acconto) l'intera imposta dovuta. Il contribuente (sostituito) non ha quindi più l'obbligo di dichiarare il reddito in questione.

Rivalutazione
Aggiornamento dei valori dei beni. Tipica è quella che interessa, a seguito di apposite legge che la autorizzano, i beni d'impresa.

 

Ruling
Istituto di derivazione anglosassone in virtù del quale ciascun contribuente ha diritto di conoscere in modo certo gli effetti e le conseguenze delle proprie azioni sul piano fiscale (v. diritto di interpello).

Ruling internazionale
Nuova procedura di interpello, introdotta dall'articolo 8 del Dl 30 settembre 2003, n. 269, convertito nella legge 24 novembre 2003, n. 326, e finalizzato a raggiungere un accordo di massima con l'Amministrazione finanziaria che consenta di determinare congiuntamente le metodologie di calcolo per la corretta determinazione di quelle componenti di reddito che, in ambito societario, fanno riferimento ai prezzi di trasferimento e alle "passive income". È una particolare procedura in quanto può essere attivata soltanto da soggetti che esercitano attività in ambito internazionale.

Ruolo
Elenco dei debitori di tributi (ma anche di sanzioni, contravvenzioni eccetera) e delle somme da essi dovute, formato ai fini della riscossione a mezzo dell'agente della riscossione.

S

Saldo d'imposta
Debito d'imposta residuo relativo all'anno a cui si riferisce la dichiarazione. Per l'Irpef, il suo ammontare è pari all'imposta dovuta al netto delle ritenute, dei crediti e degli acconti versati. In genere, il saldo a credito può essere compensato con altre imposte o contributi.

Sanzione pecuniaria
Pagamento di una somma di denaro, improduttiva di interessi, inflitta a chi abbia violato una norma tributaria.

Sanzioni amministrative
Penalità irrogate per la violazione di norme tributarie, consistenti nel pagamento di una somma di denaro (di importo fisso o determinato in percentuale), oppure nel divieto di svolgere, anche temporaneamente, certe attività.

Sanzioni penali
Penalità irrogate dall'autorità giudiziaria quando la violazione degli obblighi tributari costituisce reato.

Scaglioni Irpef
Fasce di reddito a cui corrisponde una diversa aliquota Irpef.

Scontrino fiscale
Documento fiscale che deve essere rilasciato da determinate categorie di commercianti all'atto della cessione di beni o prestazione di servizi. Tra gli altri, devono rilasciare lo scontrino fiscale (quando non è prevista la fattura) coloro che svolgono attività di cessione di beni in locali aperti al pubblico, o in spacci interni, o attività di somministrazione di alimenti e bevande in pubblici esercizi.

Scritture contabili
Insieme dei registri (obbligatori e non) utilizzati dall'imprenditore e dal lavoratore autonomo per controllare l'andamento della gestione.

Sgravi fiscali
Esoneri o agevolazioni di cui possono usufruire determinate categorie di contribuenti. Costituiscono una forma indiretta di intervento pubblico a sostegno dell'economia, in quanto consentono di favorire nuovi investimenti e incentivare l'occupazione e il consumo di determinati beni.

Sgravio (a seguito di decisione di commissione tributaria)
Annullamento di una cartella di pagamento da parte dell'ufficio nei casi in cui questa sia dichiarata illegittima da parte di una Commissione tributaria.

Sgravio (da autotutela)
Atto con il quale l'Amministrazione finanziaria riconosce non dovuta, in tutto o in parte, la somma iscritta a ruolo e richiesta con una cartella di pagamento. Nell'ipotesi abbia già pagato, il contribuente avrà diritto al rimborso della somma indebitamente corrisposta per il tramite dello stesso agente.

SIATEL
Canale telematico utilizzabile da enti territoriali e pubblici che abbiano la necessità di accedere via web ai dati anagrafici, alle dichiarazioni dei redditi e agli atti del Registro dei contribuenti, sia persone fisiche che società, e ai dati delle Commissioni tributarie.

Società collegate
Sono considerate collegate le società sulle quali si esercita un'influenza notevole. L'influenza si presume quando nell'assemblea ordinaria può essere esercitato almeno un quinto dei voti, ovvero un decimo se la società ha azioni quotate in borsa.

Società controllate
Sono considerate controllate le società in cui si dispone della maggioranza dei voti esercitabili nell'assemblea ordinaria, le società in cui si dispone di voti sufficienti per esercitare un'influenza dominante nell'assemblea ordinaria, le società su cui si esercita un'influenza dominante in virtù di particolari vincoli contrattuali con essa.

Société de gestion de patrimoine familial
Società che possono essere costituite da persone fisiche, trust, fondazioni private e da entità assimilate, il cui oggetto sociale è rappresentato dall'amministrazione di investimenti effettuati da soggetti privati. Sono espressamente previste nell'ordinamento dello Stato del Lussemburgo.

Soggetto passivo
Persona fisica o giuridica tenuta al pagamento del tributo.

Solidarietà tributaria
Situazione in cui più soggetti sono tenuti "in solido" al pagamento di un tributo. In pratica, il Fisco può rivolgersi indifferentemente a ciascuno dei coobbligati per richiedere la corresponsione dell'intera somma dovuta, salvo la rivalsa di carattere civile di colui che ha pagato nei confronti degli altri condebitori.

Sopravvenienze attive
Componenti positive del reddito di impresa consistenti nella realizzazione di un'entrata o nella estinzione di una passività derivanti da eventi imprevisti ed eccezionali. Sono considerate sopravvenienze attive, dalla normativa tributaria, ricavi o altri proventi conseguiti a fronte di spese, perdite o oneri dedotti o di passività iscritte in bilancio in precedenti esercizi, ricavi o altri proventi conseguiti per un ammontare superiore a quello che ha concorso a formare il reddito in precedenti esercizi, costi dedotti, o passività iscritte in bilancio, in precedenti esercizi non più esistenti.

Sopravvenienze passive
Componenti negative del reddito di impresa derivanti dal mancato conseguimento di ricavi o di altri proventi che hanno concorso a formare il reddito in precedenti esercizi o da altri eventi, quali la sopravvenuta insussistenza di attività iscritte in precedenti esercizi o il sostenimento di spese, perdite e oneri a fronte di ricavi e altri proventi che hanno concorso a formare il reddito in precedenti esercizi.

Sospensione amministrativa della riscossione
Facoltà concessa al contribuente di richiedere, nell'ambito della procedura di autotutela, all'ufficio la sospensione dell'efficacia della cartella di pagamento. L'ufficio deve valutare, nel concederla, sia le concrete possibilità che l'atto che ha dato origine all'iscrizione al ruolo sia revocato o annullato in via amministrativa o contenziosa (valutazione del fumus boni juris), sia il pericolo per il contribuente di subire un danno grave e irreparabile a seguito della riscossione coattiva (periculum in mora).

Sospensione giudiziale della riscossione
Facoltà concessa al contribuente di chiedere alla Commissione tributaria competente la sospensione dell'atto impugnato (ad esempio, l'avviso di accertamento o la cartella di pagamento), mediante la proposizione di un'apposita istanza, qualora ritenga che dall'atto gli possa derivare un danno grave e irreparabile.

Sostituito d'imposta
Chi subisce da parte del sostituto d'imposta la ritenuta alla fonte sul reddito percepito.

Sostituto d'imposta
È chi (datore di lavoro, ente pensionistico eccetera) per legge sostituisce in tutto o in parte il contribuente (sostituito) nei rapporti con l'Amministrazione finanziaria, trattenendo le imposte dovute da compensi, salari, pensioni o altri redditi erogati, versando, successivamente, le stesse allo Stato. I sostituti di imposta sono tenuti a denunciare annualmente le ritenute operate tramite un apposita dichiarazione (modello 770).

Stabile organizzazione
È la sede fissa di affari per mezzo della quale l'impresa non residente esercita in tutto o in parte la sua attività nel territorio dello Stato italiano.

Statuto del contribuente
E' così comunemente conosciuta la legge 212/2000, provvedimento che ha fissato una serie di diritti e garanzie a tutela del cittadino-contribuente, stabilendo, inoltre, precisi principi-guida valevoli per tutte le disposizioni normative in materia di tributi.

Studi di settore
Metodo informatizzato a base statistica per il calcolo dei ricavi o dei compensi presunti prodotti da ogni singola impresa o professionista, utilizzabile dall'Amministrazione nell'ambito della sua attività di accertamento.

Suir
Acronimo di Société unipersonnelle d'investissement à risque, nuova tipologia di società introdotta in Francia nel 2004 per sostenere le imprese in fase di start up e che beneficia di vantaggi fiscali. La disciplina è contenuta nell'articolo 208 D del Code general des Impots.

T

Tassa
È il corrispettivo che un privato deve a un ente pubblico per la fornitura di un bene o di un servizio specifico (ad esempio, le tasse scolastiche). Si distingue, perciò, dall'imposta, che rappresenta un prelievo privo di corrispettivo, rivolto a finanziare esigenze pubbliche di carattere generale.

Tassa sulle concessioni governative
Colpiscono atti o provvedimenti amministrativi emessi da uffici statali o regionali. Il termine "concessione" va inteso in senso lato perché il tributo riguarda in realtà una vasta serie di atti amministrativi che producono una situazione di vantaggio per il contribuente.

Tassazione separata
Modalità di tassazione applicabile a determinati redditi, di solito caratterizzati dal fatto che si formano nel corso di più anni. I redditi soggetti a tale regime (ad esempio, le somme conseguite nei casi di recesso, esclusione o liquidazione di società, le indennità di fine rapporto eccetera) sono tassati, anziché alle normali aliquote Irpef, con un'aliquota media, determinata, generalmente, sulla base dei redditi percepiti nel biennio antecedente all'anno in cui è sorto il diritto alla loro percezione o all'anno in cui sono percepiti.

Tassazione su base mondiale
Principio (detto anche del "world-wide income") in base al quale il soggetto, una volta qualificato come residente, è assoggettato a tassazione su tutti i suoi redditi, ovunque prodotti.

Tassazione su base territoriale
Principio (detto anche "principio della fonte") che interviene nel caso in cui il soggetto venga qualificato come non residente e che si fonda sul criterio dell'assoggettamento a tassazione in base alla localizzazione dei redditi nello Stato.

Tasse automobilistiche (v. Bollo auto)


Tasso legale
È il tasso d'interesse da applicare nella maggior parte dei rapporti giuridici (depositi cauzionali sugli affitti, rimborsi fiscali, versamento imposte da ravvedimento, controversie in materia civile e commerciale). Attualmente (dal 1° gennaio 2008) il saggio di interesse legale è pari al 3%.

 

Tax compliance
Livello di adesione spontanea del contribuente agli obblighi fiscali, che l'Amministrazione finanziaria ottiene utilizzando opportunamente due leve: da un lato il servizio, l'assistenza e le informazioni che fornisce al singolo, dall'altro il contrasto all'evasione fiscale.

 

Tessera sanitaria
Tessera personale che sostituisce il tesserino del codice fiscale per tutti i cittadini aventi diritto alle prestazioni del Servizio sanitario nazionale.

 

Thin capitalization
Limite alla deducibilità dal reddito d'impresa degli interessi passivi derivanti da prestiti erogati o garantiti dai soci qualificati o da sue parti correlate. La norma è stata abrogata per effetto delle modifiche introdotte dalla Finanziaria 2008.

 

Transfer pricing
Nella comune accezione economica, è il controllo dei corrispettivi applicati alle operazioni commerciali e/o finanziarie intercorse tra società collegate e/o controllate residenti in nazioni diverse, al fine di verificare che non vi siano aggiustamenti "artificiali" di tali prezzi, realizzati per trasferire imponibile dove più è conveniente.

 

Trascrizione
Annotazione nei registri immobiliari - esistenti presso gli uffici del Territorio - di trasferimenti, acquisti e modifiche di diritti reali e di godimento su beni immobili e mobili registrati.

 

Traslazione dell'imposta
Processo economico con il quale il soggetto percosso (colui che per legge è tenuto a pagare il tributo) trasferisce il peso effettivo del tributo su altri soggetti Sinonimi: questi ultimi divengono, quindi, contribuenti di fatto (cosidetti "incisi dal tributo").

 

Trattamento di fine rapporto
(v. Indennità di fine rapporto)

 

Tributi locali
Insieme delle entrate tributarie degli enti pubblici territoriali (Regioni, Province, Comuni).

 

Tributo
Indica genericamente un qualunque prelievo riscosso in forma coattiva (tasse, imposte, canone Rai eccetera).

 

Trust
Istituto giuridico consistente nel trasferimento di beni da un soggetto (disponente o settlor) a un altro (trustee), che li deve amministrare e gestire a favore di altri soggetti (beneficiari) e a cui dovrà trasferirli dopo un dato periodo di tempo, ovvero al raggiungimento di un determinato scopo.

 

Tuir
E' il Testo unico delle imposte sui redditi, approvato con il Dpr n. 917/1986.

 

Tutoraggio
Servizio di assistenza tributaria fornito, su richiesta, da un ufficio locale dell'agenzia delle Entrate a favore dei soggetti destinatari del regime di favore previsto dagli articoli 13 e 14 della legge 388/2000 (cioè, coloro che intraprendono una nuova iniziativa imprenditoriale/professionale oppure che esercitano un'attività imprenditoriale/professionale i cui ricavi rientrano nel limite previsto dagli studi di settore per le attività marginali). L'assistenza, gratuita, è fornita attraverso collegamenti telematici e di posta elettronica.

 

U

 

Uclaf
Acronimo di "Unità di coordinamento della lotta antifrode", è la struttura istituita nel 1988 dalla Commissione europea, a seguito di insistenti richieste formulate dal Parlamento europeo per intensificare l'azione di contrasto alle frodi in danno del bilancio comunitario. Per circa 10 anni ha promosso lo sviluppo delle reti (curando, tra l'altro, la gestione operativa del sistema doganale informatizzato denominato "Scent" - System customs enforcement network - mediante il quale è possibile ricevere e trasmettere informazioni in tempo reale sia tra le varie Amministrazioni doganali sia tra queste e la Commissione europea) e delle banche dati informative antifrode, nonché raccolto e analizzato le informazioni necessarie all'attività investigativa.

 

Unità immobiliari tenute a disposizione
Abitazioni diverse da quella utilizzata come abitazione principale.

 

Usufrutto
È il diritto di un soggetto (usufruttuario) di usare un bene di proprietà altrui (nudo proprietario) e di godere degli eventuali frutti, senza però poterne modificare la destinazione d'uso.

 

Usufrutto legale
Diritto di usufrutto accordato direttamente dalla legge (come quello, ad esempio, assegnato ai genitori, esercenti la potestà, sui beni del figlio minore).
 

Utile (Perdita)
Risultato economico positivo (negativo) dell'attività d'impresa in un esercizio.

        
V

Valore dei fabbricati
Base imponibile per l'applicazione dei tributi. Ai fini Irpef, ad esempio, la base imponibile è il valore della rendita catastale rivalutata. Per determinare il valore dei fabbricati non iscritti in catasto o che hanno subito variazioni permanenti, si fa riferimento alla categoria e alle rendite attribuite a fabbricati similari.

 

Valore normale
Prezzo di un bene o corrispettivo di un servizio che le forze economiche, in condizioni di libera concorrenza, tendono a determinare sul mercato. Il riferimento per la sua determinazione, ai fini delle imposte sui redditi, è l'articolo 9 del Tuir.

 

Variazioni e volture catastali
Registrazione, negli atti catastali, del trasferimento della proprietà o del diritto reale, effettuata dagli uffici del Territorio su domanda del soggetto obbligato.

 

Vendita forzata
Fase dell'esecuzione forzata alla quale l'ufficiale della riscossione può procedere per recuperare le imposte non pagate. È disciplinata, oltre che dalle specifiche norme tributarie, dalle disposizioni del codice civile e di procedura civile.

 

Verifica
Attività svolta dagli uffici dell'agenzia delle Entrate o dalla Guardia di finanza per controllare il regolare adempimento degli obblighi tributari, che si conclude mediante la stesura di un verbale di constatazione in cui sono indicate le eventuali violazioni rilevate e i relativi addebiti. Si svolge mediante accesso diretto presso la sede del contribuente seguendo particolari metodologie e, di regola, si riferisce all'insieme della posizione fiscale del verificato.

 

Violazioni formali
Omissioni o errori che non ostacolano l'attività di accertamento e non incidono sulla determinazione o sul pagamento del tributo. Lo Statuto del contribuente ha stabilito la non punibilità delle violazioni formali.

 

Violazioni sostanziali
Errori e omissioni che incidono sulla determinazione o sul pagamento del tributo ovvero ostacolano un'attività di accertamento.

 

Visto di conformità
Attestazione rilasciata dai Caf o dai professionisti abilitati, a richiesta dei contribuenti, che certifica la conformità dei dati delle dichiarazioni da loro predisposte alla relativa documentazione.

Volume d'affari
Ammontare complessivo delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi effettuate in un periodo d'imposta.
                                              

Z

Zone franche
Sono aree del territorio di uno Stato che beneficiano di particolari esenzioni doganali e fiscali. Esse vengono create per favorire lo sviluppo di territori particolarmente svantaggiati o la crescita complessiva dello Stato grazie alla loro forte capacità di attrazione di investitori stranieri.

Zone franche urbane
Meglio conosciute con la sigla ZFU, sono aree infra-comunali di dimensione minima prestabilita dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per la creazione di piccole e micro imprese.

 

Free business joomla templates